Benvenuti nel sito ufficiale dell'Osservatorio Astronomico di CampoCatino
Nelle sezioni del nostro sito troverete gli eventi organizzati, le scoperte di asteroidipianeti extrasolari compiute dal nostro Staff, le spedizioni scientifiche verso gli osservatori astronomici più famosi del mondo, le foto degli oggetti celesti realizzate nel corso degli anni, la nostra battaglia contro l'inquinamento luminoso. Buon viaggio!!!

Belle sono le cose che vediamo, ancor più belle quelle che comprendiamo, ma di gran lunga le più belle sono quelle che non comprendiamo. [Nicola Stenone, 1638-1686]

Seguici su Google+ Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici tramite Feed RSS


I.E.S.N. Rete Sismica Sperimentale Italiana

TRE NUOVI PIANETI SCOPERTI CON IL SUPPORTO FORNITO DALL'OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI CAMPO CATINO AL SATELLITE TESS DELLA NASA

TESS, il più efficiente cacciatore di esopianeti della NASA, ha individuato un sistema di ben tre pianeti: una super-terra e due sub-nettuni.  Questi tre piccoli mondi hanno raggi che vanno da 1.3 a 2.4 volte quello della Terra ed orbitano intorno alla stella TIC 259377017, anche detta TOI 270, nella costellazione del Pittore, che con una magnitudine V=12.6 e una distanza di 22.5 parsec è una delle più vicine e luminose nane rosse che conosciamo.

I tre pianeti orbitano a distanze ben inferiori all'unità astronomica; nel complesso il sistema è quindi molto piccolo. Guardoli da vicino scopriamo che TOI 270b è un pianeta roccioso di 1.2 raggi terrestri, che orbita attorno alla sua stella in soli 3.4 giorni ad una distanza di 0.03 AU. A causa di questa vicinanza il pianeta si trova ad una temperatura di 254°C: un deserto rovente, decisamente non favorevole allo sviluppo di vita come la conosciamo. A 0.05 AU segue TOI 270c, il pianeta più grande del sistema, un sub-nettuno grande 2.4 volte la Terra, quindi circa la metà del nostro Nettuno. Orbita attorno alla sua stella in 5.7 giorni, e la sua temperatura è intorno ai 150°C: ancora troppo caldo per essere nella zona abitabile. Il terzo pianeta, TOI 270d, si trova a 0.07 AU ed è appena più piccolo del secondo, con 2.1 raggi terrestri. La sua temperatura è di 67°C, quindi si trova sul bordo interno della zona abitabile, e per questa ragione è il pianeta più interessante del sistema, in particolare per futuri studi di caratterizzazione atmosferica.

La scoperta è stata pubblicata il 29 luglio 2019 su Nature Astronomy e, tra i coautori, compaiono due ricercatori dell'Osservatorio di Campo Catino: Franco Mallia Vice-Direttore e   Giovanni Isopi ormai laureando in astrofisica.

Il TESS Follow-up Observing Project, che si occupa di fornire ulteriori osservazioni dei candidati individuati dal satellite, è infatti aperto alla partecipazione di astrofili: il gruppo di follow-up fotometrico, il Sub-Group 1, è quello che ne contiene di più e di cui fa parte anche la Specola ernica.

Le osservazioni del Sub-Group 1 sono un primo setaccio che seleziona i candidati esopianeti più promettenti, scartando i cosiddetti falsi positivi: in certe condizioni, infatti, oggetti come delle binarie ad eclisse possono generare dei transiti simili a quelli dei pianeti, “Ingannando” le telecamere di TESS.  Lo scopo delle osservazioni fotometriche è quindi verificare che il transito planetario avvenga sulla stella d'interesse: se il transito è abbastanza profondo da essere osservato da Terra si misura una curva di luce del target, confermando il transito rivelato da TESS; se la profondità è invece troppo piccola, generalmente inferiore ad una millimagnitudine, le osservazioni si concentrano sulle stelle di campo, verificando che nessuna di queste presenti variazioni.  Ciò che è stato fatto dal team di Campo Catino è stato quindi verificare la “bontà” del candidato esopianeta, verificando che nessuna delle stelle circostanti fosse una stella variabile, diminuendo sensibilmente la probabilità di falso positivo.

Il Direttore Mario Di Sora, nel complimentarsi con i suoi colleghi, intende anche ringraziare la Regione Lazio e la Provincia di Frosinone che, da oltre 30 anni, sostengono le attività di ricerca dell'Osservatorio di Campo Catino.

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

OSSERVAZIONE DEL CIELO E DELLE STELLE CADENTI IL 3 AGOSTO

La notte osservativa a Campo Catino per la visione del cielo e delle stelle cadenti è prevista quest'anno per sabato 3 agosto.

A causa delle Luna crescente non sarà possibile svolgerla in prossimità del 10 in quanto il disturbo luminoso del satellite renderebbe impossibile l'osservazione sia delle Perseidi che dei vari oggetti del profondo cielo come nebulose e galassie.

L'evento, realizzato in collaborazione con Regione Lazio, Provincia di Frosinone, Consorzio di Campo Catino e Guarcino, Comune e Pro-Loco di Guarcino si prefigge di proporre una serata diversa in cui avvicinarsi al Firmamento sempre più difficile da ammirare in città.

Per l'occasione, dopo il consueto appuntamento gastronomico, alle 22 verranno spenti i lampioni per effettuare le osservazioni con i telescopi messi a disposizione dallo staff della Specola.

Dopo Giove e Saturno verranno puntati ammassi globulari come M 13 ed M 3, nebulose planetarie come M 57 ed M 27, l'ammasso aperto h e chi in Persei e la Galassia di Andromeda.

Con indicatori laser verrà spiegato dove sono situati questi oggetti all'interno delle varie costellazioni ed il fenomeno delle Lacrime di S. Lorenzo, anche se non al suo massimo, sarà comunque visibile nel corso della notte.

Per chi fosse interessato anche all'aspetto gastronomico si comunica che i ristoratori provvederanno a presentare dei menù a prezzo fisso vantaggioso che potranno essere consumati, previa prenotazione entro le 12 del 2 Agosto, esclusivamente ai seguenti numeri: Ristorante Albergo EDEN 0775/435936; Ristorante Luciana 0775/435944; Bar Ristoro Virgilio 377/2016433; Taverna FLORIDI 366/800707.

Per maggiori informazioni consultare il sito web: www.campocatinobservatory.org,  chiamare al n. 0775/833737 o scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

SUCCESSO GALATTICO PER IL MOON PROJECT DEL 19 LUGLIO

Con l'Auditorium "Daniele Paris" occupato fino all'ultima poltrona, come mai in precedenza, con persone in piedi ed altre costrette ad andar via per motivi di sicurezza, il concerto Moon Project, organizzato dal Conservatorio L. Refice e dall'Osservatorio di Campo Catino, è stato un successo oltre ogni più rosea aspettativa.

Già alle 21 i 378 posti disponibili erano esauriti e, poco dopo, con i saluti del Maestro Stefano Caturelli, si è dato inizio all'evento con una breve conferenza di Mario Di Sora che ha illustrato quella che, ancora oggi, è la più la straordinaria impresa spaziale compiuta dall'Uomo e che ha portato alla conquista della Luna il 20 luglio del 1969.

A seguire il concerto dell'Orchestra pop del Conservatorio, diretta dal Maestro Francesco Negroni, con venti brani che hanno suscitato l'entusiasmo del pubblico che ha giustamente elargito applausi senza risparmiarsi ai 50 elementi che la compongono.

Dopo un bis sul brano Brain Damage dei Pink Floyd, tratto inevitabilmente da The Dark Side of The Moon, i partecipanti hanno visto, con i telescopi azionati da Andrea Ercolino, Giovanni Isopi, Franco Mallia ed Ugo Tagliaferri, la Luna, Giove e Saturno.

Una serata indimenticabile che rimarrà negli annali della cultura del capoluogo e che verrà riproposta in futuro probabilmente con le musiche dei grandi film di fantascienza.

Le foto pubblicate sono state realizzate da Stefano Strani e, in esterno, da Giovanni Isopi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

COUNTDOWN PER IL MOON PROJECT DEL 19 LUGLIO

Fervono i preparativi per il Moon Project organizzato dall'Osservatorio di Campo Catino ed il Conservatorio Licinio Refice per venerdi prossimo, con il contributo della Regione Lazio e della Provincia di Frosinone, per rievocare i 50 anni dallo sbarco dell'Uomo sulla Luna con la missione Apollo 11.

L'evento, uno dei pochi in Italia di questo genere, è diviso in tre momenti e prevede, nell'auditorium "Daniele Paris", alle 21, con una breve conferenza di Mario Di Sora che rievocherà i momenti più importanti della missione Apollo 11. A seguire il momento clou della serata, con l'esecuzione da parte dell'Orchestra Pop del Conservatorio di 20 brani dedicati alla Luna.

Nel repertorio brani di musica classica, pop italiana ed internazionale, musical e colonne sonore firmati da Morrison, Barry, Pink Floyd, Debussy e Webber solo per citarne alcuni.

L'Orchestra, composta da 50 elementi, verrà diretta dal Maestro Francesco Negroni mentre il concerto è stato concepito e strutturato dal Maestro Stefano Caturelli.

Al termine, nella parte esterna del Conservatorio, si potrà effettuare la visione, con alcuni telescopi, della Luna e dei pianeti Giove e Saturno con le spiegazioni dei ricercatori dell'Osservatorio.

L'iniziativa, patrocinata anche dal Comune di Frosinone e dall'Unione Astrofili Italiani, è ad ingresso libero.

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

GRANDE CONSENSO PER LA SERATA DEDICATA ALL'APOLLO 11 ALL'ACCADEMIA DI BELLE ARTI

Grazie alla complicità di una serata meteorologicamente perfetta l'evento organizzato dall'  Accademia di Belle Arti di Frosinone, in collaborazione con l'Osservatorio di Campo Catino, per rievocare i 50 anni dallo sbarco dell'Uomo sulla Luna con la missione Apollo 11, è stato un grande successo.

Già alle 21 l'aula magna del Palazzo Tiravanti era gremita di persone pronte per seguire, dopo  l'introduzione di Loredana Rea, Direttore dell'Accademia,  la conferenza che Mario Di Sora ha realizzato per illustrare quella che, ancora oggi, è la più la straordinaria impresa spaziale compiuta dall'Uomo e che ha portato alla conquista della Luna nel luglio del 1969.

In circa un ora sono state ripercorse le principali tappe che hanno contraddistinto il progetto Apollo con l'immane sforzo tecnologico compiuto dalla NASA per portare un equipaggio sulla Luna prima dei rivali sovietici.

Grazie ad immagini originali, disegni ed un'esposizione divulgativa ma accattivante, ricca di aneddoti, il pubblico ha potuto conoscere molti dei retroscena che hanno scritto una delle pagine più importanti della nostra storia.

Come naturale complemento della serata, dopo la conferenza e nella parte esterna dell'Accademia, i partecipanti hanno potuto ammirare, con i telescopi dell'Osservatorio di Campo Catino, la Luna e  i pianeti Giove e Saturno con le spiegazioni di Ugo Tagliaferri e Giovanni Isopi.

Prossimo appuntamento il concerto del 19 luglio al Conservatorio L. Refice di Frosinone con l'evento Project Moon, uno dei pochi di questo tipo organizzati in Italia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 
Banner
Banner
ALL SKY
Ultime immagini Meteosat da EUMETSAT


by SDAC NASA

Moon Phase
by USNO
by I.E.S.N.