per vivere la montagna tutto l'anno

per vivere la montagna tutto l'anno


Benvenuti nel sito ufficiale dell'Osservatorio Astronomico di CampoCatino
Nelle sezioni del nostro sito troverete gli eventi organizzati, le scoperte di asteroidi e pianeti extrasolari compiute dal nostro Staff, le spedizioni scientifiche verso gli osservatori astronomici più famosi del mondo, le foto degli oggetti celesti realizzate nel corso degli anni, la nostra battaglia contro l'inquinamento luminoso. Buon viaggio!!!

Belle sono le cose che vediamo, ancor più belle quelle che comprendiamo, ma di gran lunga le più belle sono quelle che non comprendiamo. [Nicola Stenone, 1638-1686]

Seguici su Google+ Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici tramite Feed RSS


COMETA C/2014 Q2 LOVEJOY


Cometa C/2014 Q2 Lovejoy

 16 Gennaio 2014

Autori: G. Falzone e L. Fortuna. La foto è il risultato della somma di 10 immagini di 60 secondi di posa ciascuna riprese con una CANON 6D a 3200 ISO collegata direttamente al telescopio rifrattore APO 25cm dell'Osservatorio Astronomico di Campo Catino.


15 Gennaio 2014

Autore: G. Perozzi. La foto è stata ottenuta sommando 122 scatti da 25s a 3200 ISO con una CANON EOSM 190mm a 3200 ISO f/5


Seguici su FacebookTwitter e Google+ per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

GRANDE INTERESSE DEGLI STUDENTI DELLA MEDIA PIETROBONO DI FROSINONE SUL PROBLEMA DELL’INQUINAMENTO LUMINOSO

Si è svolta il 12 Gennaio, suscitando vivo  interesse negli studenti, la conferenza sull’inquinamento luminoso tenuta dal Direttore dell’OACC Mario Di Sora alla Scuola Media Pietrobono di Frosinone.

Hanno partecipato oltre 160 ragazzi che, a dispetto della tecnicità della materia, hanno dimostrato attenzione particolare a tutti gli aspetti della presentazione che, partendo dalle cause che portano al degrado del cielo notturno, ha poi illustrato i danni all’ambiente, all’avifauna e all’uomo con l’alterazione dei ritmi circadiani.

La possibilità poi di effettuare alcuni esprimenti con lampioni  inquinanti e altri a norma e uno strumento di misura ha consentito ai ragazzi di verificare come sia possibile limitare l’inquinamento luminoso, migliorando l’illuminazione delle nostre città e conseguendo risparmi fino al 50% nei consumi di energia.

Il buon esito dell’evento però deve essere ascritto anche al personale docente che, da sempre,  è impegnato per rendere lo studio della scienza centrale nell’ambito delle attività dell’Istituto con cui l’Osservatorio di Campo Catino collabora da diversi anni.

A conclusione della conferenza, proprio in considerazione del grande interesse mostrato dagli alunni, il relatore ha proposto e promesso un nuovo incontro, in primavera, dove parlerà dello studio dell’Universo, negli ultimi 400 anni, attraverso l’evoluzione dei telescopi.


Articolo sul giornale "La Provincia" (clicca per ingrandire)

Seguici su FacebookTwitter e Google+ per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

GLI AUGURI DA PARTE DELLO STAFF DELL’OSSERVATORIO

Cari amici,

come di consueto, al termine dell’anno in corso, formuliamo gli auguri per le Feste natalizie e stiliamo un piccolo rendiconto delle attività più importanti  svolte.

Per diversi aspetti il 2014 è stato l’anno della ripresa ma non certo del rilancio, vuoi per le problematiche connesse ai fondi non ancora erogati, ma non più negati, dalla Regione Lazio, vuoi per il quadro di precarietà che stiamo attraversando per la crisi economica e per l’incerto destino della Provincia che è l’Ente proprietario dell’Osservatorio Astronomico. 

A fronte di un Ordine del Giorno per uno stanziamento di 100.000 €, che avrebbe in parte rimediato allo stop dei fondi  imposto dalla Giunta Polverini dal 2011, ne sono stati previsti meno di un quarto.

Non molto per la verità ma comunque un segnale positivo da parte della Regione nella speranza che si riesca a tornare ai livelli del 2010.

Anche quest’anno l’intervento della Provincia ha consentito non solo di non “chiudere la cupola” ma anche di organizzare numerosi eventi.

Con orgoglio voglio ricordare l’istituzione della Scuola di Astronomia dell’UAI che, da quest’anno, si è insediata a Campo Catino richiamando docenti da tutta Italia per un corso di aggiornamento.

Sempre più consenso riscuote poi lo Star Party UAI estivo dei Monti Ernici, tradizionalmente svolto nel mese di Luglio in collaborazione con gli amici dell’ATA, come del resto l’evento delle serate estive sotto le Stelle di Campo Catino.

Il rinnovato rapporto di collaborazione con la Regione Lazio ha consentito di inanellare tre eventi al top nei mesi di Novembre e Dicembre. Mi riferisco alla 7^ edizione delle Giornate della Scienza – dedicata al tema dell’energia -, al progetto Astro-Academy UAI per la formazione di operatori scientifici e alla manifestazione “Il cielo in città” con il Planetario Digitale dell’ATA montato presso l’ITIS di Ferentino.

Voglio concludere con un’anteprima; a breve, forse già prima di fine anno, verrà messa in funzione presso l’Osservatorio una webcam (OCULUS - Starlight Xpress) con obiettivo fish-eye che consentirà la visione del cielo sia diurno che notturno con stelle fino alla 5^ magnitudine e osservazione del passaggio di meteore, satelliti e altri fenomeni.

Una possibilità, per i nostri amici, di scrutare il Firmamento comodamente da casa.

Grazie e Auguri di un Buon Natale e Felice 2015 da parte di tutto lo Staff.  


Mario Di Sora
Direttore OACC


Seguici su FacebookTwitter e Google+ per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

GRANDE SUCCESSO PER L’INAUGURAZIONE DEL PLANETARIO DIGITALE ALL’ITIS DON MOROSINI DI FERENTINO

Si è svolta con grande partecipazione di pubblico la cerimonia inaugurale della manifestazione “IL CIELO IN CITTA’” , presso l’ITIS Don Morosini di Ferentino finanziata dalla Regione Lazio e patrocinata dalla Provincia di Frosinone, il Comune di Ferentino, l’Unione Astrofili Italiani, l’Associazione Tuscolana di Astronomia e l’Istituto Galileo-CRFF.

L’evento, tenutosi presso l’Aula multimediale dell’ITIS Don Morosini, è stato condotto dal Dirigente Scolastico Livio Sotis e dal Vice-Preside Prof. Francesco Battisti.

Numerosi gli interventi delle autorità presenti. Nella sua introduzione il Direttore dell’Osservatorio di Campo Catino Mario Di Sora, anche Presidente dell’UAI, ha messo in evidenza l’importanza della cultura scientifica non solo per la scuola ma anche per tutto il comprensorio territoriale ciociaro, ringraziando la regione per il rinnovato sostegno nei confronti di questa Istituzione scientifica. Successivamente ha preso la parola Antonio Pompeo, Sindaco di Ferentino e Presidente della Provincia che, lodando la bontà dell’iniziativa, ha assicurato l’attenzione delle sue amministrazioni per tutte le attività di questo tipo. L’Ing. Luca Orrù e il Dr. Manuele Platania, rispettivamente Presidente e vice-Presidente dell’ATA, ente proprietario del Planetario Digitale, hanno parlato delle potenzialità di questo strumento che ricrea la volta celeste sotto una cupola di 8 metri.  Il Presidente dell’Istituto Galileo Maurizio Turriziani ha osservato che questo evento rappresenta la naturale conclusione della 7^ Edizione delle Giornate della Scienza tenutasi a Novembre a Frosinone.

Il comune di Ferentino era anche rappresentato dai Consiglieri Gianni Bernardini, Maurizio Berretta,  Gianni Fiorletta e Marco Maddalena.

A chiudere l’intervento dell’on. Mauro Buschini, Presidente della Commissione Bilancio della Regione Lazio, che ha ribadito la volontà di sostenere l’opera dell’Osservatorio di Campo Catino nel campo della didattica, della ricerca e della divulgazione, dopo lo stop ai finanziamenti imposto dalla Giunta Polverini nel 2011.

Successivamente il pubblico presente, tra cui numerosi bambini accompagnati dai genitori, è stato ospitato sotto la cupola del Planetario per uno spettacolo durato circa 40 minuti e  subito replicato per una rappresentanza di studenti dell’ITIS.

Il Planetario sarà al Don Morosini fino al 13 dicembre e tanto è stato il successo dell’iniziativa che gli spettacoli per le scuole sono già tutti prenotati.

Sarà disponibile per il pubblico ordinario nei pomeriggi di mercoledi 10 e venerdi 12 negli orari. 15/15.50 e 16.50.

Le foto dell'articolo che mostrano i momenti più importanti della manifestazione sono pubblicate per gentile concessione del fotografo SIMONE DESIATO.


Seguici su FacebookTwitter e Google+ per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

IL CIELO IN CITTA' CON IL PLANETARIO DIGITALE ALL'ITIS DON MOROSINI DI FERENTINO

L'Osservatorio Astronomico di Campo Catino comunica che, presso l'ITIS Don Morosini di Ferentino, verrà installato e messo in funzione un Planetario Digitale dal 9 al 13 dicembre 2014.  

L'evento, intitolato IL CIELO IN CITTA', è organizzato in collaborazione con l'ATA,  con il contributo della Regione Lazio e con il patrocinio della Provincia di Frosinone, del Comune di Ferentino, dell'ITIS Don Morosini, dell'UAI e dell'Istituto Galileo-CRFF, è volto principalmente al mondo della scuola ma anche ad un pubblico più vasto.

In pratica nel Planetario è possibile ricostruire la visione del cielo notturno in assenza di inquinamento luminoso e osservare le costellazioni ed i vari oggetti in esse contenuti.

Le visite per le scolaresche, previa prenotazione e senza oneri, si terranno le mattine da Martedi 9  a Sabato 13 Dicembre 2014 negli orari 9- 13. E' prevista anche un'apertura pomeridiana, più per il  pubblico ordinario, nei giorni di mercoledi 10 e venerdi 12 Dicembre  dalle 15 alle 17.30.

Lo spettacolo, tenuto da conferenzieri esperti dell'ATA, avrà una durata di circa 45 minuti e potrà essere seguito da 40 persone alla volta e la cerimonia di inaugurazione si terrà sabato 6 Dicembre 2014 alle ore 10.30.

Per prenotazioni rivolgersi direttamente all'Osservatorio Astronomico di Campo Catino: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure tel. 0775/833737 o fax 0775/211238.

Scarica la locandina.

new Scarica il programma dettagliato dei spettacoli del planetario.

Seguici su FacebookTwitter e Google+ per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

PARTE L’EDIZIONE 2014 DELLE GIORNATE DELLA SCIENZA SUL TEMA DELL’ENERGIA

L’edizione 2014 delle Giornate della Scienza, organizzata dal CRFF di Frosinone in collaborazione con numerosi enti, tra cui l’Osservatorio Astronomico di Campo Catino, tratterà quest’anno l’importante tema “ENERGIA – scegliamoci il futuro”.

L’importante evento culturale e scientifico si terrà presso la Villa Comunale dal 7 al 22 Novembre con l’offerta di Mostre e Laboratori, Convegni, Seminari, Science-Show ed un Concerto finale a cura del Conservatorio L. Refice. 

Le problematiche connesse alla produzione e al consumo dell’energia sono quanto mai attuali anche nella prospettiva del futuro dell’Umanità in relazione al depauperamento delle risorse naturali.

L’Osservatorio di Campo Catino allestirà un proprio stand dove, oltre a pubblicazioni e video, sarà possibile comprendere i meccanismi energetici delle stelle, basato sui processi di fusione nucleare.

Non mancherà poi un exhibit dedicato al risparmio energetico connesso all’illuminazione esterna e al problema dell’inquinamento luminoso ed una serie di poster.

Il 13 Novembre il prof. Marco Stangalini dell’INAF e ricercatore dell’ATA parlerà di: Energia delle Stelle, Energia dalle Stelle mentre tutti i giorni, sarà possibile osservare la superficie solare con uno speciale telescopio che verrà allestito nel piazzale della villa Comunale.

Per maggiori informazioni vedere il sito: www.legiornatedellascienza.it

Clicca qui per scaricare l'intero programma.

Seguici su FacebookTwitter e Google+ per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

A ROMA PRESSO IL CONSIGLIO REGIONALE LA GIORNATA DI STUDIO SULL’INQUINAMENTO LUMINOSO ORGANIZZATA DALL’ANSAF

Si terrà a Roma, presso la Sala “Mechelli” del Consiglio Regionale del Lazio, in Via della Pisana n° 1301, una giornata di studio, organizzata dall’Associazione Nazionale Specialisti Agenti Fisici (ANSAF) e dall’ISPRA sul tema: “Inquinamento luminoso e tutela del territorio”.

L’evento, che si terrà il 27 Ottobre, a partire dalla ore 9.30,  vedrà la partecipazione di esperti di elevato livello in campo nazionale per un totale di 7 interventi.

Dopo il saluto del Presidente della Commissione Cultura del Consiglio Regionale del Lazio, On. Eugenio Patanè, sarà la volta dei relatori (vedi programma allegato) tra cui il Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Campo Catino e Presidente UAI Mario Di Sora che illustrerà le problematiche ambientali dell’inquinamento luminoso con riferimento quindi non solo a quelle di stretta attinenza astronomica ma anche all’impatto dell’eccesso di luce sull’uomo, l’avifauna e senza tralasciare il rapporto tra luce e sicurezza stradale e luce e controllo della criminalità.

La giornata di studio, che viene proposta a titolo gratuito, è destinata ad amministratori, tecnici comunali, liberi professionisti, associazioni di categoria ed imprenditori, prevede un numero massimo di 90 partecipanti che potranno iscriversi con le modalità riportate nel programma allegato.

L’argomento è di primaria importanza non solo per le implicazioni ambientali ma anche per il fatto che in Italia, a causa della politica  irresponsabile di moltissime pubbliche amministrazioni, viene sperperato, ogni anno, oltre un miliardo di € per l’illuminazione delle nostre città con un consumo pro-capite che è doppio rispetto la media europea.

In tal senso basterà dire che il solo Comune di Roma, per non rispettare i criteri della L.R 23/2000 del Lazio, dal 2000 ad oggi, ha dilapidato oltre 120 milioni di €.

Le iscrizioni vanno inoltrate via mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure con il link inserito nel programma.

LA DIREZIONE


Seguici su FacebookTwitter e Google+ per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

ANCORA IN ALTO MARE ALLA REGIONE LAZIO LA SITUAZIONE DEI FONDI PER L’OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI CAMPO CATINO

A distanza di quasi due anni dall’elezione della nuova Giunta regionale a guida ZINGARETTI e di oltre un anno dalla vittoria definitiva al TAR dell’Osservatorio Astronomico di Campo Catino per il recupero dei fondi destinati a questa struttura con la L.R. 22/88 ancora non si intravede una seria soluzione.

Come noto con l’avvento della Giunta POLVERINI il finanziamento della legge è stato azzerato nel bilancio 2011. Il ricorso del Direttore dell’Osservatorio di Campo Catino al TAR Lazio ha dato però pienamente ragione alla Specola ciociara in quanto i fondi furono dirottati “illegittimamente” ad altri Enti culturali, esclusivamente romani.

Anche nel 2013 nessuna somma è stata prevista in favore di questa struttura che, è bene sapere, viene gestita su basi di puro volontariato.

Con il bilancio 2014, grazie ad un Ordine del Giorno presentato dai consiglieri regionali Mauro Buschini e Daniela Bianchi, poi approvato all’unanimità alla Pisana, si è chiesto alla Giunta Regionale di stanziare nel 2014, in favore dell’Osservatorio di Campo Catino, la somma di almeno 100.000 €.

Lo staff dell’Osservatorio e lo stesso Direttore sono seriamente preoccupati per le sorti di quello che è il più importante centro di ricerche del Lazio ed uno dei più attivi in campo italiano ed internazionale. 

Ad oggi non sono stati ancora erogati i fondi su cui si è pronunciato il TAR per l’anno 2012, la somma, non certo astronomica, di circa 38.000 €. 

E’ veramente singolare che a fronte di svariati milioni di euro che la Giunta Regionale si vanta di erogare in favore di numerosi Enti culturali romani non sia possibile portare in provincia di Frosinone una somma insignificante per il bilancio regionale.

Il tutto non considerando l’unicità di questa struttura ed il fatto che, in quasi 30 anni di attività, è stata visitata da oltre 120.000 persone ed ha organizzato 350 eventi culturali che hanno coinvolto almeno 60.000 persone, per non parlare delle scoperte di oltre 40 nuovi corpi celesti. 

Appare evidente che con scelte di questo tipo la Ciociaria verrà condannata, sempre più, all’irrilevanza sociale, culturale ed anche politica.

E’ auspicabile che i nostri Consiglieri alla Regione Lazio facciano sentire la loro voce e pretendano maggior rispetto per il territorio e le realtà locali che rappresentano e che dovrebbero tutelare.

Ad ogni modo è giusto che l’opinione pubblica sappia che l’Osservatorio in questi ultimi quattro anni è rimasto aperto grazie al sostegno convinto della Provincia. 

Scarica documento della seduta del Consiglio regionale n.22 - FINANZIAMENTO OSSERVATORIO DI CAMPO CATINO L.R. 22/88 

LA DIREZIONE

Seguici su FacebookTwitter e Google+ per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

ASSEGNATO AL PRESIDENTE UAI MARIO DI SORA IL PREMIO “LE STELLE” EDIZIONE 2014

Consegnato, nel corso dello Star Party di S. Barthèlemy di quest’anno, il prestigioso Premio Nazionale Le Stelle al Presidente UAI Mario Di Sora e Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Campo Catino.

La cerimonia si è tenuta, di fronte ad un folto pubblico, nel primo pomeriggio di sabato 27 Settembre, all’interno di una funzionale ed ampia struttura realizz

Ha condotto e presentato la premiazione il noto giornalista scientifico Piero Bianucci che, dopo aver ricordato i nomi dei vincitori delle prime due edizioni (Giovani Bignami e Enzo Bertolini), ha poi spiegato le motivazioni per cui la Commissione scientifica del premio ha designato il Presidente UAI come assegnatario per l’anno 2014 e cioè “per il suo pluridecennale impegno nella lotta all’inquinamento luminoso e nella divulgazione scientifica in qualità di Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Campo Catino”.ata dagli organizzatori dell’evento per consentire lo svolgimento di seminari e conferenze.


Bianucci non ha poi trascurato di ricordare a tutti i presenti quanto sia importante, dal punto di vista economico, ambientale e culturale portare avanti, come ha fatto in tutti questi anni appunto Mario Di Sora, una seria e convinta lotta contro la diffusione dell’inquinamento luminoso.

Il Presidente UAI, nel ringraziare per l’onore concesso con questa designazione, ha portato il saluto dell’Unione a tutti i partecipanti, riconoscendo l’importanza centrale dello Star Party valdostano, ormai alla 23^ edizione, che è stato il primo ad essere proposto in Italia grazie alla lungimiranza della Rivista Orione (oggi Nuovo Orione) e del suo fondatore Walter Ferreri (presente alla cerimonia insieme all’editore Angelo Faggiano).

Il premio è stato consegnato dal prof. Enzo Bertolini Direttore dell’Osservatorio Astronomico della Valle d’Aosta.


Seguici su FacebookTwitter e Google+ per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

UGO TAGLIAFERRI, SOCIO UAI E RICERCATORE DELL’OSSERVATORIO DI CAMPO CATINO, RAGGIUNGE PER PRIMO LA VETTA DEL CLUB DEI 100 ASTEROIDI

Nel maggio del 2012 un astrofilo che collabora con la rivista Coelum, Claudio Pra, ha indetto una singolare gara, quasi per gioco, che consisteva nell’osservare i primi 100 asteroidi del catalogo ufficiale di questi corpi minori.

Tra i non numerosi astrofili che accettano la sfida vi è Ugo Tagliaferri, Responsabile della Commissione Inquinamento Luminoso UAI e ricercatore dell’Osservatorio Astronomico di Campo Catino.

La caccia è terminata nella serata del 13 settembre con l’osservazione, da parte di Ugo Tagliaferri, che guidava ormai da mesi la classifica dei volenterosi, dell’elusivo Atalante (36) che, a causa della bassa declinazione, quasi – 41°, e della magnitudine stimata in circa 13.1, era al di fuori della portata di molti osservatori, specie se dotati di strumenti al di sotto dei 30 cm.

La strumentazione usata da Tagliaferri, che ha osservato sempre ad occhio nudo, è stata di norma il suo C8 e, solo per quelli più deboli, ha fatto ricorso all’80 cm di Campo Catino.

Per il rush finale, quello appunto che ha portato all’individuazione di Atalante, attualmente nel Sagittario, è stato usato il C 14 “divulgativo” di Campo Catino, montato su NEQ6 PRO Sky-Watcher, con oculari SP da 40 e 25. 

Le operazioni di cattura si sono svolte tra le 21 e le 21.30 e per l’impresa si è complimentato subito con lui Mario Di Sora, Presidente UAI, in loco per dare una mano. 

Solo a seguire cena di montagna con carne alla griglia e vino rosso per non correre il rischio di annunciare l’osservazione di un asteroide doppio!     

Complimenti a Ugo Tagliaferri per la costanza nel portare a termine questa sfida che, pur non avendo valore scientifico e riconoscimenti ufficiali, dimostra come nell’astronomia si raggiungano risultati solo con l’impegno.   

Seguici su FacebookTwitter e Google+ per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 
Banner
Banner