Benvenuti nel sito ufficiale dell'Osservatorio Astronomico di CampoCatino
Nelle sezioni del nostro sito troverete gli eventi organizzati, le scoperte di asteroidipianeti extrasolari compiute dal nostro Staff, le spedizioni scientifiche verso gli osservatori astronomici più famosi del mondo, le foto degli oggetti celesti realizzate nel corso degli anni, la nostra battaglia contro l'inquinamento luminoso. Buon viaggio!!!

Belle sono le cose che vediamo, ancor più belle quelle che comprendiamo, ma di gran lunga le più belle sono quelle che non comprendiamo. [Nicola Stenone, 1638-1686]

Seguici su Google+ Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici tramite Feed RSS


I.E.S.N. Rete Sismica Sperimentale Italiana

L'OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI CAMPO CATINO, IN OCCASIONE DELL'INIZIATIVA "OCCHI SU SATURNO", ORGANIZZA UNA SERATA DI APERTURA DEDICATA A LUNA E PIANETI

L'Osservatorio Astronomico di Campo Catino organizza una serata osservativa per l'iniziativa "Occhi su Saturno" prevista, in campo internazionale, nei giorni 22/24 giugno. L'Osservatorio sarà aperto, nella sola serata di venerdi 22 giugno, dalle ore 21.30 fino alle ore 24 e la partecipazione sarà limitata a 100 persone.

Per tale motivo è obbligatoria la prenotazione: via mail ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) o a mezzo telefono (0775/833737) entro le ore 13 di venerdi 22 giugno.

Gli interessati sono pregati di non effettuare doppie prenotazioni mail + telefono o con cognomi diversi che potrebbero ingenerare errori sul numero dei partecipanti.

La visita prevede non solo l'osservazione di Saturno, con il suo sistema di anelli, ma anche dei pianeti Giove e Marte nonchè della Luna attraverso alcuni telescopi all'aperto ed il grande occhio da 80 cm in cupola.

Per completare meglio la conoscenza di questi corpi del Sistema Solare sono previsti brevi talks scientifici e proiezioni di video.

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

QUATTRO INTERESSANTI INCONTRI CULTURALI ALLA BIBLIOTECA PROVINCIALE DI FROSINONE NEI MESI DI GIUGNO E LUGLIO

La Biblioteca Provinciale di Frosinone presenta una serie di incontri culturali che si terranno nel  bimestre giugno-luglio presso la sala delle conferenze ed il giardino della stessa.

L'evento di esordio sarà per le ore 18 di Giovedi 14 Giugno con letture e commenti da "Riascoltando ascolta la Ciociaria" di Libero de Libero a cura di Renzo Scasseddu e con la partecipazione di Marcello Carlino.

Venerdi 29 giugno, alle ore 17, il geologo Mario Murchio, con la relazione "Dove mettiamo i piedi in Ciociaria", illustrerà curiosità e dati scientifici riguardanti il nostro territorio provinciale.

Giovedi 5 luglio, alle ore 21, Mario Di Sora, Direttore dell'Osservatorio Astronomico di Campo Catino, presenterà "Plutone ultima frontiera nota", un viaggio nello spazio attraverso le più importanti missioni spaziali che hanno svelato il vero volto del Sistema Solare da Mercurio fino al lontano Plutone, raggiunto nel 2015 dalla sonda New Horizons.

Ultimo appuntamento quello di Giovedi 19 luglio, alle ore 18, con lo storico Gioacchino Giammaria che presenterà il libro "Storia comune" riguardante gli statuti comunali antichi del Lazio meridionale.

Un panorama quanto mai ampio di cultura letteraria, scientifica e storica che dimostra l'importanza della Biblioteca Provinciale come soggetto in grado di produrre eventi di alto livello grazie al dinamismo del Direttore Benedetto Volpe.

La partecipazione è gratuita ma si consiglia di arrivare in orario per la sicurezza di trovare  posti. Info: 0775/837005-203252 mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Scarica la locandina della manifestazione.

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

SI CONCLUDE CON DUE SERATE AL TELESCOPIO IL PROGETTO TUTTI CON IL NASO ALL'INSU' AL PLESSO CAVONI DELL'ISTITUTO COMPRENSIVO IV"

Con due serate di osservazione ai telescopi, di martedi 29 e mercoledi 30, si porta a compimento il progetto Tutti con il naso all'insù svolto presso la primaria del Plesso Cavoni e ideato dalle maestre dell'Istituto con il patrocinio dall'Osservatorio Astronomico di Campo Catino e dall'UAI.

 

Il programma, che prevedeva tre lezioni sul Sistema Solare, le stelle e la Luna nonché l'osservazione delle macchie solari, viene ora arricchito e completato con la visione della Luna e dei pianeti Venere e Giove con gli strumenti didattici della Specola di Campo Catino.

L'evento, aperto anche ai genitori dei giovani studenti, inizierà alle ore 21 e si terrà con l'intervento di Mario Di Sora, Giovanni Isopi, Franco Mallia e Ugo Tagliaferri, tutti ricercatori dell'OACC.

Clicca qui per scaricare la locandina.

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

LA STORIA DELL'UNIVERSO ALL'ISTITUTO NICOLUCCI-REGGIO NELL'AMBITO DEL MAGGIO ISOLANO

Sabato 12 maggio, alle ore 10 presso l'istituto Nicolucci-Reggio di Isola Liri, il Direttore dell'OACC Mario Di Sora presenterà la sua conferenza “L'Universo nel tempo” che illustra l'evoluzione della conoscenza del Cosmo grazie all'uso del telescopio da Galileo ad oggi.

L'evento, dedicato agli studenti ma aperto anche al pubblico, è di taglio assolutamente divulgativo e rientra nel programma organizzato dalla SOMS (Società Operai Mutuo Soccorso) nell'ambito della manifestazione del maggio isolano.

Il relatore, che ha ideato personalmente le slides che costituiscono il filo conduttore dell'incontro, illustrerà la concezione dell'Universo prima di Galileo secondo la teoria geocentrica di Tolomeo per poi spiegare la rivoluzione galileiana che ha portato alla nascita della fisica moderna e del metodo scientifico nei primi anni del 1600.

Il viaggio continuerà con la scoperta di Newton sulla gravitazione universale e sulla grande invenzione da parte dello scienziato inglese del telescopio a riflessione.

William Herschel, scopritore di Urano e Lord Ross, l'astrofilo che per primo rilevò la struttura a spirale delle galassie nel 1845 con il suo Leviatano da 1.80 metri, sono i ricercatori di punta nel XIX secolo.

Il grande riflettore da 2,5 metri di Monte Wilson introduce la figura di Edwin Hubble l'astronomo che scoprì l'espansione dell'Universo e la recessione delle galassie fornendo così la prova del Big-Bang.

Dopo il lungo dominio del 5 metri di Monte Palomar, inaugurato nel 1949, passeranno in rassegna i grandi telescopi del Mauna Kea, il nuovo LBT in Arizona ed il VLT in Cile, attualmente il più grande del mondo con 16 metri di apertura.

L'incontro con i grandi telescopi del prossimo decennio, il GMT da 25 metri e l'E-ELT da 39 metri, permetterà di capire come, a breve e anche con l'uso dei radiotelescopi come ALMA,  sarà possibile scoprire forme di vita o civiltà su uno dei nuovi pianeti extra-solari che vengono rilevati ormai periodicamente.

Un importante evento divulgativo che verrà offerto agli studenti isolani grazie all'iniziativa promossa dal Presidente della SOMS Enzio Bartolomucci, da sempre attento alle attività dell'Osservatorio di Campo Catino.

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

RIPRESA A CAMPO CATINO L'OCCULTAZIONE DI UNA STELLA DA PARTE DI ELEKTRA

L'Osservatorio Astronomico di Campo Catino ha seguito, sabato 21 aprile alle 02:23, ora italiana, l'asteroide 130 Elektra che ha occultato una stella di magnitudine 11.6 nella costellazione di Ofiuco.

Il filmato, ripreso con il telescopio di 80 cm, mostra la scomparsa della stella occultata dall'asteroide con un calo di 1,6 magnitudini arrivando alla 12,91 di Elektra.

Ci sono due modelli che ne teorizzano la forma, ricavati dall'inversione della curva di luce.

In questo caso l'occultazione potrebbe far propendere decisamente per uno dei due ed è da notare la presenza di due lune di tale asteroide, scoperte con ottiche adattive, che orbitano ad una distanza massima di 1.300 km dal corpo principale.

Le stesse presentano diametri rispettivamente di circa 7 km e 5 km e quindi potrebbero produrre brevi occultazioni secondarie della possibile durata di 0,6 e 0,8 secondi.

Elektra è un grande asteroide, di circa 180 Km di diametro, orbitante nella fascia principale e scoperto nel 1873 dall'astronomo tedesco Friedrich Peters. Nel 2003 è stato scoperto a Mauna Kea il primo dei due piccoli satelliti. Il periodo di rotazione dell'asteroide è di 5,22 ore e la sua distanza dalla Terra è di circa 400 milioni di km. Tutti i dati sono stati inviati al Euraster, il centro europeo di osservazione delle occultazioni asteroidali.

 

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 
Banner
Banner