SABATO 18 SETTEMBRE ULTIMO INCONTRO DIVULGATIVO SUL CATALOGO MESSIER ALL’OACC

Si svolgerà sabato 18 settembre l’evento “Il catalogo Messier – la prima guida osservativa dell’Universo” e sarà l’ultimo programmato per l’offerta estiva dell’Osservatorio di Campo Catino.
Lo illustrerà Aldo Zapparata, il più giovane ricercatore dell’Osservatorio, che ripercorrerà la storia di quello che è stato il primo catalogo di oggetti celesti, non stellari, realizzato nella storia dell’astronomia.
Ideato dall’astronomo francese Charlers Messier, con lo scopo di creare un prontuario per aiutare i cacciatori di comete, e altri osservatori del cielo, a distinguere gli oggetti dall’apparenza diffusa ma fissi nel cielo, che potevano essere scambiati per comete, venne presentato nel 1784.
E’ costituito da 110 oggetti come nebulose, ammassi stellari aperti o globulari e galassie visibili con piccoli telescopi.
Tutti gli astrofili del mondo iniziano la loro attività osservativa cercando di individuarne gli oggetti nel cielo.
Nella sua presentazione il relatore spiegherà la natura di questi oggetti ed alcuni verranno poi visti in diretta, con una telecamera applicata al telescopio principale della Specola, proiettati su schermo.
Questo nuovo tipo di format è stato molto gradito dai partecipanti e verrà riproposto certamente anche per il prossimo anno visto il successo che ha riscosso.
Come imposto dalle prescrizioni sanitarie l’accesso è previsto con prenotazione e a numero chiuso, per un massimo di 40 persone, con inizio alle 21.30.
L’evento, rigorosamente sotto le stelle, si terrà nel giardino dell’OACC e per questo si consiglia un abbigliamento pesante.
Si potrà partecipare solo su prenotazione, a mezzo telefono 0775/833737 o mail science@campocatinobservatory.org, entro le 12 di sabato 18 settembre.
Si prega di non effettuare doppie prenotazioni e/o con nomi diversi. Il numero massimo di posti è per 40 persone ed il relativo accesso sarà verificato all’entrata.
Come di norma in caso di maltempo si deciderà se annullare o rinviare l’evento all’appuntamento successivo.

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: aocclist@campocatinobservatory.org per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l’Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

IL DIRETTORE MARIO DI SORA OSPITE DI MARCO RHO SU ISORADIO IL 2 SETTEMBRE SUL FENOMENO UFO

Il Direttore dell’OACC Mario Di Sora parteciperà, con un suo intervento, al programma condotto da Marco Rho, su ISORADIO, il 2 settembre alle 0.30 circa.

L’argomento affrontato, uno dei più spinosi e affascinanti della scienza moderna, sarà quello riguardante gli UFO e se discuterà con Roberto Pinotti ufologo e Carolina Germini filosofa.

Dal primo avvistamento ufficiale, riportato il 24 giugno 1947 da Kenneth Arnold, uomo d’affari americano, che affermò di aver visto 9 dischi volanti dal suo aereo privato, non si conta il numero di fenomeni segnalati come UFO.

Il termine, in realtà, significa oggetti volanti non identificati e non necessariamente navicelle spaziali di origine aliena.

Tuttavia, per una serie di molteplici motivi, nell’immaginario collettivo la maggior parte delle persone vuol vedere, in questi fenomeni, la presenza e la prova di altre civiltà che popolano, quasi quotidianamente i nostri cieli.

Se, da un lato, le recenti aperture del Pentagono e di altri organismi similari e la crescente scoperta di esopianeti, di cui alcuni rilevati anche dall’Osservatorio di Campo Catino, apre uno squarcio sulle possibilità teorica che la razza umana non sia la sola dell’Universo, dall’altro è bene considerare che è proprio l’elevatissimo numero di avvistamenti, peraltro segnalato quasi sempre da non addetti ai lavori, a deporre per la loro infondatezza.

Mario Di Sora riporterà il punto di vista, non aprioristicamente scettico, di tutti coloro che osservano il cielo da decenni, in tutto il mondo, con strumenti potenti e sofisticati e quasi tutte le notti utili.             

Certamente non si può condividere la tesi che tutti gli astronomi del pianeta partecipino ad un complotto per celare l’esistenza di civiltà aliene che stazionano stabilmente intorno ad esso.

Men che meno che lo facciano gli astronomi non professionisti, decine di migliaia in tutte le nazioni, che il cielo lo fotografano ogni notte da centinaia di osservatori.

Il problema è certamente serio e merita i dovuti confronti ed approfondimenti purchè con metodi ed argomentazioni di tipo scientifico.         

Se siete interessati potrete sintonizzarvi, con una radio FM, sulla frequenza 103.3 Mhz e trascorrere, parte della notte, in compagnia degli ospiti che esporranno il loro punto di vista.

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: aocclist@campocatinobservatory.org per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l’Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

GRANDE SUCCESSO PER IL FESTIVAL DELL’ASTRONOMIA CONCLUSOSI CON IL CONFERIMENTO DEL PREMIO MALPENSA 2021 AL DIRETTORE MARIO DI SORA

Era una scommessa che lo staff dell’Osservatorio di Campo Catino aveva messo in cantiere per la settimana di Ferragosto ed il risultato ampiamente positivo ne ha dimostrato la validità.

Il Festival dell’Astronomia–Esplorando l’Universo 3.0”, finanziato dalla Regione Lazio grazie all’interessamento dei Consiglieri Regionali Mauro Buschini e Sara Battisti, con il patrocinio della Provincia di Frosinone, del Comune di Guarcino, dell’UAI, di Guarcino 2025, del CRFF e la collaborazione del Circolo Floridi, ha totalizzato oltre 1.200 visitatori.

Il binomio, costituito dai numerosi eventi serali e dalla Mostra Esplorando l’Universo 3.0, ha suscitato vivo interesse nei numerosi partecipanti, offrendo già dal primo appuntamento, il concerto sotto le stelle presentato dalla Banda Paolo Ciavardini con musiche a tema, il piazzale di Campo Catino è risultato pieno in tutti i posti disponibili. E così è stato nei giorni successivi con punte di oltre 250 persone per la serata delle Stelle cadenti e per quella in cui si parlato di scienza e fantascienza nel cinema con Adriano della Starza.

Grande successo personale ha raccolto Riccardo Pratesi le cui Cosmogonie dantesche, causa il temporaneo maltempo, sono state illustrate presso il salone del Circolo Floridi di fronte ad un folto pubblico mentre si è tornati in piazza il 14 agosto con Elisabetta Dotto dell’INAF- Roma che ha illustrato i corpi minori del Sistema Solare e le ultime idee per scongiurare le catastrofi da impatto asteroidale.

Nell’ultima serata, con temperature notevolmente più basse di quelle cittadine, Massimiliano Floridi, con la complicità di Mario Di Sora e Maria Laura Veneziano, ha parlato del Sole e dei cambiamenti climatici nel tempo invitando tutti a fare uno sforzo in favore dell’ambiente.

Ogni sera, a seguire e grazie ad una speciale telecamera centinaia di volte più potente dell’occhio umano, è stato possibile osservare le nubi di gas delle nebulose, la struttura a spirale delle galassie e risolvere in stelle ammassi globulari e aperti, indicati in cielo con puntatori laser. Giove e saturno invece sono stati osservati direttamente al telescopio.

Lo staff che ha reso possibile questo grande sforzo organizzativo era costituito da Andrea Ercolino, Giovanni Isopi, Franco Mallia, Gianluca Perozzi, Terry Savo, Ugo Tagliaferri e Aldo Zapparata.

Una serie di eventi pomeridiani, come brevi conferenze sul Sole e sul catalogo Messier presso lo spazio espositivo della Mostra del Circolo Floridi, hanno ulteriormente arricchito l’offerta di questo originale format scientifico.

A corollario e conclusione di questa manifestazione, senza precedenti, il Comune di Guarcino, nel corso di una cerimonia presso la Sala consiliare, ha conferito a Mario Di Sora, il Premio Malpensa 2021. Si tratta di un’onorificenza che viene consegnata alle persone che, con le loro attività ed il loro impegno continuo, hanno reso più prestigioso il nome del comune ernico nel mondo.

Il premio è stato consegnato dal Sindaco Urbano Restante alla presenza di tutta l’Amministrazione e dei cittadini. Il Direttore Mario Di Sora, nel ringraziare il comune per il prestigioso riconoscimento, ha dichiarato di volerlo condividere con tutto lo staff dell’Osservatorio poiché tutti i suoi ricercatori hanno lavorato, con grande impegno, per il raggiungimento degli importanti obbiettivi che hanno reso questa struttura apprezzata e nota ormai in campo internazionale in 35 anni di attività.

LA DIREZIONE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: aocclist@campocatinobservatory.org per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l’Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

EVENTO ALL’OSSERVATORIO DEL 28 AGOSTO SULLA VITA ORIGINATA DALLA MORTE DELLE STELLE

Programmato originalmente per sabato 17 luglio, e saltato per maltempo, si svolgerà sabato 28 agosto l’evento Figli delle stelle, fratelli di chi?”. L’interessante argomento che tratterà Andrea Ercolino, ricercatore dell’Osservatorio, riguarda la nascita della vita nell’Universo grazie agli elementi chimici sintetizzati all’interno delle stelle quando esplodono.    

Come imposto dalle prescrizioni sanitarie l’accesso è previsto con prenotazione e a numero chiuso, per un massimo di 40 persone, con inizio alle 21.30.

 Verranno ripercorsi ed illustrati i vari passaggi evolutivi delle stelle, dalla nascita alla morte, con particolare riferimento alle pulsar, le giganti rosse e le supernovae.

E si scoprirà che la vita sulla Terra è stata possibile solo grazie ai fenomeni drammatici che riguardano la fase terminale di alcune categorie di stelle; motivo questo che giustifica il titolo della relazione che terminerà su eventuali scoperte di stelle nate insieme al Sole 5 miliardi di anni fa.           

Dopo la presentazione i visitatori osserveranno, in diretta, i principali oggetti estivi con l’ausilio di una sofisticata CCD a colori collegata al telescopio con proiezione su schermo.

L’evento, rigorosamente sotto le stelle, si terrà nel giardino dell’OACC e per questo si consiglia un abbigliamento pesante.

Si potrà partecipare solo su prenotazione, a mezzo telefono 0775/833737 o mail science@campocatinobservatory.org, entro le 13 di sabato 28 agosto.

Si prega di non effettuare doppie prenotazioni e/o con nomi diversi. Il numero massimo di posti è per 40 persone ed il relativo accesso sarà verificato all’entrata.  

Come di norma in caso di maltempo si deciderà se annullare o rinviare l’evento all’appuntamento successivo.

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: aocclist@campocatinobservatory.org per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l’Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

NOTTE SOTTO LE STELLE A RIPI CON L’ASTROFISICA ELISABETTA DOTTO ED I TELESCOPI DELL’OSSERVATORIO DI CAMPO CATINO

Giovedi 19 agosto, alle ore 21, con la Dr.ssa Elisabetta Dotto, astrofisica dell’INAF-Osservatorio Astronomico di Roma e specialista nel campo dei NEA (Near Earth Asteroid), si parlerà del tema: “Pericolo asteroidi, dall’origine del Sistema Solare alla difesa planetaria” nel piazzale del Polivalente.

Dopo i saluti del Sindaco Piero Sementilli e di Mario Di Sora, Direttore dell’OACC, la Dr.ssa Dotto, che è uno dei principali investigatori italiani della Sonda OSIRIS-Rex, lanciata nel 2016 verso l’asteroide 101955 BENNU, continuerà ed approfondirà il tema illustrando i vari aspetti che lo riguardano.  

A seguire, grazie a dei telescopi messi a disposizione dall’Osservatorio di Campo Catino, sarà possibile visionare la Luna e i pianeti Giove e Saturno guidati da Franco Mallia, Ugo Tagliaferri e Aldo Zapparata. Il sito prescelto per le osservazioni è Piazza del Torrione, a poche decine di metri dal Polivalente ma in posizione più favorevole sia per il minor inquinamento luminoso che per l’orizzonte sud più aperto.    

La serata, organizzata con il patrocino di Regione Lazio e Provincia di Frosinone, in collaborazione con il Comune di Ripi e l’APS Contrade Ripane, è aperta al pubblico gratuitamente e rappresenta uno dei numerosi eventi allestiti quest’estate dalla specola ernica.

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: aocclist@campocatinobservatory.org per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l’Osservatorio Astronomico di CampoCatino.