AUGURI

    Cari amici,

   con la fine di questo 2021, ricco di avvenimenti positivi ed eventi, vogliamo formulare gli auguri per le Feste natalizie e, in particolare, per il nuovo anno che, nei nostri intendimenti, auspico ancor più produttivo.

   Anche se, a causa del Covid, non abbiamo potuto organizzare il consueto numero di aperture della Specola, grazie all’intervento straordinario della Regione Lazio vi è stato un rinnovo ed un potenziamento della strumentazione sia per la ricerca che per la divulgazione.

   Questi in sintesi gli interventi più importanti: 1) nuovo e più grande strumento in dotazione al CAT che è passato da 35 a 40 cm di diametro, con ottiche più performanti e montatura di ultima generazione; 2) camera CCD a colori utilizzata con successo per il Festival dell’Astronomia e per le serate estive a tema presso l’OACC; 3) nuovo telescopio in uso al CAO, di stanza in Cile, che è passato da 40 a 60 cm,  presso la nuova sede dell’Osservatorio El Sauche non lontano dal CTIO di Cerro Tololo; 4) Rinnovo del CED con realizzazione di un server dedicato; 5) acquisto di uno spettrografo Shelyak di alto livello per ricerche anche in campo cosmologico; 6) reperimento di uno speciale filtro solare per studi e osservazioni sulla nostra stella; 7) potenziamento ed estensione dell’impianto parafulmine; 8) realizzazione del catalogo della Mostra “ESPLORANDO L’UNIVERSO” all’interno della pubblicazione commemorativa dei 40 anni di fondazione dell’Associazione Astronomica Frusinate (la cui presentazione avverrà nel 2022).

    Come eventi di punta mi piace ricordare il successo del Festival dell’Astronomia, tenutosi dal 9 al 16 agosto nel piazzale di Campo Catino, di cui abbiamo parlato ampiamente, e le 5 serate a tema, organizzate da giugno a settembre presso il giardino dell’OACC, con conferenze e osservazioni in diretta.  

    Ringrazio anche la Provincia di Frosinone per il supporto che continua a fornire in modo convinto e concreto fin dal 1983.

    Ancora una volta non sono mancate interviste su media di rilevanza nazionale come Radio 24 e Isoradio che confermano il prestigio che l’OACC ha conquistati in 35 anni di attività nel campo della ricerca e della divulgazione.   

    Grazie, come sempre, per averci seguito ed auguri per Natale ed il nuovo anno, con queste foto della Cometa Leonard.

    Per aspera ad astra!

    Mario Di Sora

    Direttore OACC

 

 

 

 

 

 

 

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: aocclist@campocatinobservatory.org per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l’Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

MARIO DI SORA E GIOVANNI ISOPI A GEO & GEO NEL SERVIZIO SU GUARCINO E LE SUE ATTRAZIONI DEL 9 DICEMBRE

La nota trasmissione di RAI 3 Geo & Geo ha dedicato un servizio, realizzato da Daniele Cini e Maurizio Felli, alle bellezze e all’offerta turistica di Guarcino.

Andato in onda giovedì 9 dicembre alle 16.45, con il titolo “Una giornata a Guarcino”, il servizio ricostruisce, dall’alba al tramonto, tutto ciò che si potrebbe fare e trovare nel paese ernico e nei suoi dintorni.

Si è parlato delle attività artigianali agro-alimentari, dell’acqua, della natura, della stazione di Campo Catino e naturalmente, come attrazione notturna, dell’Osservatorio Astronomico nella parte conclusiva del report.

Un bel servizio che ha messo in evidenza come sia possibile trascorrere non solo un giorno ma anche una vacanza o addirittura la propria vita in un piccolo ma affascinante borgo, lontano dai ritmi frenetici delle grandi città, alla scoperta di nuove sensazioni e motivazioni esistenziali.

Nel link indicato potrete seguire il video della puntata.

https://www.raiplay.it/video/2021/12/Una-giornata-a-Guarcino—Geo—09122021-2f28c482-e52f-45d5-85e1-fab93d1d2df0.html?wt_mc=2.www.wzp.raiplay_dati

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: aocclist@campocatinobservatory.org per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l’Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

LA COMETA LEONARD RIPRESA DALL’OSSERVATORIO DI CAMPO CATINO

Il Sistema Solare interno ha un nuovo visitatore. Si tratta della cometa C/2021 A1 Leonard visibile in cielo, in questo periodo, a tarda notte. Scoperta il 3 gennaio 2021 da Gregory Leonard, l’omonima cometa sta seguendo una traiettoria parabolica che la porterà a 0.61 unità astronomiche dal Sole (circa 90 milioni di km), poco all’interno dell’orbita di Venere. Passato il perielio, dove la cometa dovrebbe aumentare di luminosità fino alla magnitudine 4, abbandonerà via via il Sistema Solare per non tornare più.

La notte tra il 3 e il 4 dicembre il team di OACC ha immortalato questo piccolo corpo ghiacciato utilizzando due diverse focali di ripresa. L’immagine a campo largo, in cui è anche visibile l’ammasso globulare M 3, è stata realizzata da Ugo Tagliaferri con una reflex APS-C con obiettivo 135mm, mediando 10 scatti da 45s e 30 scatti da 15s.

L’immagine più in primo piano è stata invece catturata da Giovanni Isopi con una CCD SBIG 6303E al fuoco diretto del rifrattore apocromatico da 25cm in dotazione all’Osservatorio. Le stelle appaiono strisciate perché il moto orario telescopio è stato impostato per inseguire la cometa, in movimento rispetto alle stelle fisse. Il loro colore rosso, blu e verde è invece dovuto all’alternanza dei filtri RGB per realizzare un’immagine a colori.

La cometa, da molti definita di Natale per il periodo in cui si è manifestata, è attualmente visibile prima dell’alba con un binocolo. Sotto un cielo particolarmente scuro, invece, potrebbe essere visibile ad occhio nudo. Dopo metà dicembre l’oggetto sarà visibile al tramonto, anche se con più difficoltà, mentre migliorerà la sua visibilità dall’emisfero sud della Terra.

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: aocclist@campocatinobservatory.org per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l’Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

MARIO DI SORA E UGO TAGLIAFERRI INTERVISTATI SU RADIO ROMA CAPITALE SUL CONTROLLO DELL’INQUINAMENTO LUMINOSO NELL’URBE

Registrato il 21 ottobre, ma andato in onda più volte nei giorni successivi, l’intervento di Mario Di Sora e Ugo Tagliaferri a Radio Roma Capitale ha, per la prima volta, portato all’attenzione del grande pubblico capitolino la problematica dell’inquinamento luminoso.

Intervistati da Federica Fiordalice sul ruolo dell’Osservatorio di Campo Catino nei controlli che vengono svolti anche a Roma il Direttore Di Sora e il ricercatore Tagliaferri hanno non solo spiegato il fenomeno da un punto di vista fisico ma anche le soluzioni tecniche e legislative per limitarlo.

Si è quindi parlato della L.R. 23/2000, il cui testo è stato ideato e redatto proprio grazie alle ricerche svolte a Campo Catino dalla fine anni degli anni ’80, ma anche dell’ottimo e proficuo rapporto di collaborazione tra la Specola ernica, il Comune ed i vari Gruppi di Polizia Municipale di Roma Capitale con cui sono stati svolti oltre 500 interventi negli ultimi anni.

Impegno questo che ha portato Roma ad essere, in assoluto, la prima Capitale al mondo impegnata in modo strutturato e serio, anche se a campione, per la limitazione dell’inquinamento luminoso e consumi energetici connessi.

Non a caso il Comune ha scelto, come interlocutore tecnico di riferimento e soggetto cui affidare la supervisione dei controlli all’Osservatorio Astronomico di Campo Catino.

Vale la pena di ricordare che la battaglia per la “transizione ecologica”, nel settore dell’illuminazione pubblica, è stata inventata e portata avanti con determinazione, nei primissimi anni ’90, da Mario Di Sora che convinse alcuni comuni ciociari ad approvare i primi regolamenti comunali e alcuni parlamentari, tra cui Lino Diana, a presentare diversi disegni di legge sulla materia (mai approvati per la contrarietà del comparto industriale dell’illuminazione miopemente legato ad interessi economici a breve termine).

Fortunatamente numerose Regioni, tra cui spicca il Lazio, hanno creduto in questo progetto approvando proprie leggi in materia, così anticipando l’intervento dello Stato centrale di fatto mai arrivato.
Nel link indicato potrete seguire il video dell’intervista rilasciata a Radio Roma Capitale.

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: aocclist@campocatinobservatory.org per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l’Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

by All-Sky Camera AOCC

by EUMETSAT

by SDAC NASA