Asteroide 2002NJ34 intitolato a Nino Manfredi Stampa
Scritto da Esposito Mario   
Venerdì 09 Febbraio 2007 03:17
Comunicato stampa
 

GRANDE SUCCESSO DI  PUBBLICO PER LA CERIMONIA  DI INTITOLAZIONE DELL’ASTEROIDE 2002 NJ 34 A NINO MANFREDI      


      Lunedì scorso alle ore 17, presso il Salone della Provincia gremito di persone, si è svolta la cerimonia ufficiale per l’intitolazione dell’asteroide 2002 NJ 34 scoperto dall’Osservatorio di Campo Catino ed intitolato al grande attore  Nino MANFREDI.

      La manifestazione, che si è tenuta con il sostegno della Regione Lazio, della Provincia e del Consorzio di Campo Catino nonchè con il patrocinio dell’Unione Astrofili  Italiani, dell’International Dark-Sky Association e della nuova sezione SIPS (Società Italiana  per le Scienze) provinciale, ha riscosso un notevole gradimento di pubblico ed anche grande attenzione da parte dell’informazione al livello nazionale.
      Gran cerimoniere e presentatore di tutto l’evento è stato il ciociaro Sandro IADANZA che, con la classe e la professionalità che tutti conoscono, ha elegantemente amalgamato e diretto i vari interventi che si sono succeduti.

      Per chi ha partecipato si è capito, fin da subito, che l’affluenza all’avvenimento culturale è stata  veramente sentita da parte di tutti i numerosi intervenuti.

      Particolare cura è stata dedicata all’accoglimento degli invitati; infatti mentre due schermi proiettavano un documentario scientifico dell’Osservatorio ed un altro dedicato a MANFREDI, due hostess distribuivano il calendario del ventennale realizzato dall’Osservatorio proprio per questa grande occasione.

      Prima dell’inizio, sia il Direttore della Specola Mario DI SORA che la signora Erminia MANFREDI hanno rilasciato numerose interviste alle varie televisioni radio intervenute.

       Il primo intervento di saluto è stato quello del Presidente della Provincia Francesco SCALIA che ha salutato la vedova del grande attore a nome di tutta la Ciociaria.

       Il Presidente ha poi messo in risalto come l’Osservatorio di Campo Catino, grazie all’impegno e alla professionalità dei suoi ricercatori volontari, riesca con i pochi mezzi economici a disposizione a realizzare imprese di straordinario interesse culturale e di grande spessore scientifico.

      E’ stata poi la volta dell’Assessore alla Cultura Danilo CAMPANARI che ha ribadito il valore degli uomini di Ciociaria che, come Nino MANFREDI, hanno portato lustro a questa terra.

      CAMPANARI ha anche ricordato il rapporto di stima personale che lo lega all’Avv. Mario DI SORA già da quando era sindaco di Veroli, sottolineando quanto sia attuale la battaglia che l’Osservatorio Astronomico di Campo Catino porta avanti nella lotta all’inquinamento luminoso e per la riduzione dei consumi energetici.

      Utilizzando e illustrando  i vari contenuti del calendario Sandro IADANZA ha poi dato la parola al Presidente del Consorzio di Campo Catino, Avv. Lorenzo DI STEFANO, che ha dichiarato la sua intenzione di rilanciare la stazione sciistica anche attraverso il coinvolgimento dell’Osservatorio per quanto riguarda l’offerta complessiva di questa località.

      DI STEFANO ha infatti riconosciuto che il traguardo di 100.000 visitatori in venti anni deve far riflettere sulle potenzialità che una struttura di questo tipo può spiegare se ben inserita all’interno del circuito turistico, specie per le Scuole.

      E a tal uopo varrà la pena di ricordare che l’immobile che ospita l’Osservatorio è di proprietà del Consorzio che lo ha messo a disposizione fin dal 1983 con immediato convincimento.

      In rappresentanza della Regione Lazio c’è stata la presenza dell’On. Wanda CIARALDI mentre il mondo dell’astronomia è stato rappresentato, al massimo livello, dal Presidente dell’Unione Astrofili Italiani Dr. Emilio SASSONE CORSI che ha parlato dell’Associazione Astronomica Frusinate, l’ente che gestisce appunto l’Osservatorio, in termini assolutamente entusiastici.

      Ha definito quello degli astrofili  ciociari come probabilmente il gruppo più attivo, prestigioso e qualificato oggi operante in tutta Italia su oltre 200 affiliati all’U.A.I.

      Citato più volte dai precedenti interventi ha preso la parola, per l’intervento centrale, il Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Campo Catino Avv. Mario DI SORA.

      E così si è avuta per il pubblico la possibilità, per la prima volta, di conoscere in modo diretto come è nata l’idea di fondare l’Associazione Astronomica Frusinate. Nata il 3 Febbraio 1981 con 5 soci sottoscrittori dall’età media di 18 anni, con un fondo sociale di 50.000 lire e un telescopio quasi-giocattolo.

      Il Direttore ha anche ringraziato pubblicamente alcuni degli amministratori e politici che erano in sala e che hanno dato un contributo a finanziare le attività dell’Osservatorio di Campo Catino o, comunque, a favorirne le ricerche: Adalberto CARE’ Assessore Provinciale alla Cultura negli anni 80, Lino DIANA firmatario della legge sul finanziamento dell’Osservatorio insieme a Danilo COLLEPARDI, Sandro LUNGHI che da Sindaco e Assessore all’Ambiente ha portato il comune di Frosinone a lottare contro l’inquinamento luminoso per primo in Italia.

      Dopo aver parlato di alcuni dei più prestigiosi traguardi raggiunti in questi anni come ad esempio il Campo Catino Austral Observatory realizzato in Cile o le pubblicazioni su NATURE  DI SORA ha divulgato le motivazioni che hanno indotto l’intitolazione dell’Asteroide 2002 NJ 34 a Nino MANFREDI.

      Si è voluto, all’indomani della scomparsa del grande attore, ricordarlo con un tributo di stima e affetto non solo come Osservatorio Astronomico ma interpretando il volere di tutti i Ciociari.

      Per meglio spiegare alla vasta platea cosa siano questi corpi celesti e quali siano le caratteristiche del pianetino Nino MANFREDI è intervenuto il Dr. Gianluca MASI ricercatore di Campo Catino e dell’Università di Tor Vergata che ha proiettato delle interessanti slides di grande interesse scientifico e mostrato a tutti la foto dell’Asteroide ripreso dal telescopio della Specola ernica.

      Il momento più importante, indubbiamente, si è avuto con la consegna della targa di intitolazione da parte del Presidente SCALIA, a nome di tutta la provincia di Frosinone, alla vedova Signora Erminia MANFREDI che ha  ricordato i forti legami che il suo Nino aveva ancora con la Ciociaria  che tanto lo ha amato e stimato.  

     Donna Erminia ha anche ringraziato l’Avv. Mario DI SORA non solo per l’idea di questa dedica ma anche per la determinazione con cui ha voluto organizzare la cerimonia pubblica perfettamente riuscita.

     In conclusione si è trattato di un bel pomeriggio e di una bella festa in onore di Nino MANFREDI ma anche di chi si impegna quotidianamente, come l’Osservatorio di Campo Catino ai suoi primi venti anni, per il progresso e il buon nome della provincia di Frosinone.
 

LA DIREZIONE
 

 
(Foto di Mario Esposito)
 
Asteroide 2002NJ34 intitolato a Nino Manfredi