IL DIRETTORE MARIO DI SORA AL CONVEGNO DI LONGIANO PER ILLUSTRARE I DATI RACCOLTI DALL'OACC SULL'IMPIEGO DEI LED Stampa
Scritto da Lauro Fortuna   
Lunedì 09 Dicembre 2019 12:16

L'OACC interverrà con un proprio contributo al Convegno di Longiano del 13 dicembre sul tema "Un nuovo inizio per l'illuminazione pubblica – sviluppo sostenibile e controllo dell'inquinamento luminoso".

L'evento – organizzato con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio, Regione Emilia Romagna, ANCI Emilia Romagna, Unione Astrofili Italiani, IDA e APIL – approfondirà gli interventi realizzati presso il comune di Longiano in conformità ai Criteri Ambientali Minimi e come contributo concreto al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile fissati dall'Agenda ONU 2030.

Mario Di Sora, anche come Responsabile inquinamento luminoso dell'UAI e dell'IDA Italian Section, illustrerà i dati raccolti nel Lazio con l'avvento della nuova tecnologia a led con riferimento non solo alla riduzione dei consumi ma anche del flusso luminoso disperso e al controllo delle luminanze. Infatti gli studi condotti a Ferentino, Fumone, S. Cesareo e Ceccano, dove gli impianti sono stati rinnovati da Hera Luce, hanno confermato una diminuzione dell'inquinamento luminoso non inferiore al 30%. Analogo risultato è stato riscontrato anche in altri comuni come Frosinone per non parlare della metropoli romana.

Uniche criticità, ancora rilevabili nell'uso dei led, sono quelle legate alle temperature di colore, in genere 4.000 K a luce bianca, e al fatto che si tratta di una sorgente di luce abbagliante in quanto puntiforme.

E per questo motivo la relazione del Direttore conterrà anche le soluzioni adottate a Tucson in Arizona dove si è optato per temperature di colore di 3.000K

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.