APPROVATO L'EMENDAMENTO PER IL FINANZIAMENTO STABILE DELL'OSSERVATORIO DI CAMPO CATINO DOPO ANNI DI VICISSITUDINI ECONOMICHE Stampa
Scritto da Lauro Fortuna   
Martedì 08 Agosto 2017 09:29

Comunico con piacere  che il Consiglio Regionale, su emendamento dell'On. Marino Fardelli, ha risolto l'annosa questione che riguarda il finanziamento annuale dell'Osservatorio Astronomico di Campo Catino, notoriamente il più grande del Lazio ed il primo in Italia ad essere stato sostenuto con una legge regionale fin dal 1988.

Negli ultimi anni sia per le difficoltà di bilancio della Regione Lazio che per un'ingiusta   disattenzione nei confronti della nostra Istituzione i fondi sono sempre più diminuiti.

L'apice si è toccato nel 2012, in piena era polveriniana, allorquando, benchè la legge 22/88 fosse stata rifinanziata, qualche soggetto non meglio identificato riuscì a far scomparire i fondi dell'Osservatorio per destinarli ad alcuni Enti romani, peraltro non sempre meritevoli di tale attenzione. Di qui il ricorso al TAR che riconobbe l'illegittimità dell'atto ingiungendo alla Regione Lazio l'assegnazione … del maltolto!

Solo il sostegno della Provincia, ed è bene che si sappia, ha salvato l'Osservatorio dalla chiusura; ciò a dispetto di chi tanto ne auspicava la soppressione.

Con la Giunta Zingaretti abbiamo recuperato quel minimo di provvidenze che ci hanno permesso di svolgere alcune attività ma sempre in modo claudicante ed incerto.

Quest'anno, per motivi ignoti, si stava profilando di nuovo l'incresciosa situazione per cui si negava all'OACC un contributo di 27.000 €, su un capitolo con ben 4.550.000 €, per dare tutto ai soliti Enti romani, già ampiamente finanziati da vari ministeri e dal ricavato degli onerosi biglietti che vendono per le loro attività.

Un tipico caso in cui si toglie ai “poveri” per dare ai “ricchi”, tanto di moda in Italia negli ultimi 20 anni.

A seguito delle mie proteste formali il consigliere regionale Marino Fardelli,  ben conoscendo il valore del lavoro che viene svolto dai ricercatori  di Campo Catino da 30 anni e a titolo gratuito, è intervenuto, con tempismo e convinzione, contattando direttamente l'Assessore al Bilancio Sartore per la redazione e l'approvazione di uno specifico emendamento che, migliorando la L.R. 22/88, già da questo anno assegna a questo importante presidio scientifico un fondo di 50.000 € per le attività sia di ricerca che divulgative e didattiche.

In tal modo sarà possibile rinnovare il parco informatico e alcuni strumenti di piano focale ormai obsoleti e non in grado di farci competere con altre strutture analoghe.

Due sole osservazioni a conclusione e senza polemizzare: 1) a Roma si guardano con fastidio ed aria di sufficienza tutte le proposte culturali che non vengano dalla tale  e che  non  riguardino il teatro o il cinema, come se la Scienza non fosse cultura! 2) i nostri rappresentati in Regione non sempre sembrano voler combattere la battaglia in favore di Istituzioni ed iniziative che producono, per il territorio, molto più di quello che costano.

L'intervento dell'On. Marino Fardelli, che voglio ringraziare pubblicamente, ha restituito dignità non solo all'Osservatorio di Campo Catino e alla cultura scientifica nella provincia ma anche valore al ruolo della politica per la loro difesa.

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.