MISTERI DALLA REGIONE LAZIO: SPARITI I SOLDI STANZIATI NEL 2012 PER L’OSSERVATORIO DI CAMPO CATINO Stampa
Scritto da Lauro Fortuna   
Martedì 16 Ottobre 2012 10:23

IL DIRETTORE MARIO DI SORA SCRIVE ALLA PRESIDENTE POLVERINI CHE PERO’ NON RISPONDE

Cari amici,

con grande disappunto voglio informare tutti che, ancora una volta, è giunto dalla Regione Lazio uno schiaffo in faccia alla nostra Istituzione ma anche a tutta la Provincia di Frosinone. Come forse ricorderete, all’inizio dell’anno, abbiamo comunicato che, grazie all’intervento del Presidente del Consiglio Regionale Mario ABBRUZZESE, erano stati previsti i fondi per il 2012 in favore dell’OACC, dopo la dieta totale imposta nel 2011 dall’appena insediata Giunta POLVERINI.

Una somma di € 50.000, inserita nel capitolo G 13900, che prevedeva un importo totale di 4,550 milioni di € da dividere tra 12 Istituzioni e nel cui elenco l’Osservatorio di Campo Catino compare per primo!

Tuttavia non appena ho incominciato a chiedere alla Regione Lazio, con lettere raccomandate, con quali modalità e in quali tempi sarebbero stati erogati questi fondi, nessuno si è degnato di rispondere. Solo a mezza bocca e per telefono qualche funzionario ha fatto capire che i soldi, pur previsti, sarebbero stati dati solo ad alcuni Enti romani, evidentemente ben visti dal Governo regionale.

Dalla lettura della mia nota di protesta alla Presidente POLVERINI capirete quanto sia grave quello che è successo. Non solo per lo sviamento illegittimo di fondi che sono stati stanziati per legge in favore dell’OACC ma anche perché i Responsabili dell’Assessorato e della Direzione Regionale alla Cultura hanno scientemente omesso di rispondere alle mie numerose richieste, di cui l’ultima  come atto di diffida ai sensi dell’art. 328 C.P., al sostanziale fine di  impedirci di sapere come i fondi venissero attribuiti.

La gravità del fatto viene poi acclarata, in via definitiva, dalla circostanza che, con nota del 19/7/2012, un alto Dirigente della Regione Lazio, di cui ometto il nome, asseriva che non era stato possibile erogare il contributo in quanto la scarsità di risorse aveva comportato la riduzione del cap. G 13900 ed il sacrifici,o quindi, della “cultura provinciale” in favore di quella romana!  

Non essendo abituato a credere a tutto quello che mi dicono ho esercitato il diritto di accesso agli atti e ho così scoperto non solo che il cap. G 13900 non è stato ridotto ma lo stesso è stato incrementato di ben € 800.000, a dispetto della crisi economica e di quanto comunicato falsamente dalla Regione Lazio.

Appare evidente che si è voluto mettere in atto un vero e proprio abuso contro il ns. centro di ricerca nascondendosi, in modo maldestro, dietro il contenimento delle spese che, come abbiamo visto in queste settimane, alla Regione Lazio valeva solo per i parenti poveri!

La somma che serve alla sopravvivenza dell’Osservatorio di Campo Catino, in cui il personale lavora gratuitamente da sempre, è pari a quella  dilapidata per una serata a tema con teste suine e ancelle di contorno organizzata da qualche consigliere regionale, a tacere di tutto il resto.

Alla lettera pubblicata che ho inviato la Presidente POLVERINI non ha ancora risposto. Se volete esprimerci solidarietà e sostegno per questa sconcertante vicenda scrivete a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. postando un commento sul ns. sito FACEBOOK, grazie.

Scarica la lettera inviata alla Polverini.

Mario DI SORA

Direttore OACC


Seguici su FacebookTwitter e Google+ per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.