Benvenuti nel sito ufficiale dell'Osservatorio Astronomico di CampoCatino
Nelle sezioni del nostro sito troverete gli eventi organizzati, le scoperte di asteroidipianeti extrasolari compiute dal nostro Staff, le spedizioni scientifiche verso gli osservatori astronomici più famosi del mondo, le foto degli oggetti celesti realizzate nel corso degli anni, la nostra battaglia contro l'inquinamento luminoso. Buon viaggio!!!

Belle sono le cose che vediamo, ancor più belle quelle che comprendiamo, ma di gran lunga le più belle sono quelle che non comprendiamo. [Nicola Stenone, 1638-1686]

Seguici su Google+ Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici tramite Feed RSS

I.E.S.N. Rete Sismica Sperimentale Italiana

INTERESSANTE INCONTRO SULLA CONQUISTA DELLA LUNA CON I RAGAZZI DI SUPINO IL 19 FEBBRAIO

L'Associazione Cinema dei Ragazzi di Supino e l'Osservatorio Astronomico di Campo Catino hanno organizzato, per domenica 19 febbraio,  un incontro culturale per rievocare l'esaltante storia della conquista della Luna nel luglio del 1969 da parte dell'Apollo 11.

La conferenza, con il supporto di immagini originali della NASA, verrà illustrata dal Direttore della Specola ernica Mario Di Sora e riguarderà la storia della guerra fredda spaziale USA-URSS dal lancio dello Sputnik nel 1957  fino alla conclusione  delle missioni Apollo nel 1972.

Non mancheranno aneddoti su alcuni personaggi mitici  come il Direttore delle operazioni di lancio l'italo-americano Rocco Petrone, detto la tigre di Cape Canaveral, oppure Gene Kranz Direttore della sala di controllo che riuscì a salvare, con freddezza e determinazione l'equipaggio dell'Apollo 13.

Si parlerà inoltre delle ricadute positive di questa grande avventura nella tecnologia usata comunemente nelle nostre case e delle prove che dimostrano inconfutabilmente che sulla Luna l'Uomo ci è andato sul serio.

L'evento, che è aperto al pubblico e si terrà alle ore 16.30 presso la Sala della Parrocchia S. Pio X in Via la Mola di Supino, verrà introdotto dalla Dr.ssa Maria Cristina Volponi.

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

LA STAZIONE SISMICA DELL'OSSERVATORIO DI CAMPO CATINO REGISTRA CON GLI STRUMENTI DELLA RETE IESN LE QUATTRO SCOSSE DI OGGI SUPERIORI A MAGNITUDINE 5 E LE SUCCESSIVE DI ASSESTAMENTO

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

IL PRESIDENTE UAI MARIO DI SORA AL PROGRAMMA DI RAI 3 PRESA DIRETTA DEL 9 GENNAIO PER PARLARE DELL'INQUINAMENTO LUMINOSO DI ROMA

Nella puntata di lunedi 9 gennaio di PRESA DIRETTA, presentato da Riccardo Iacona su RAI 3 alle 21.15, si parlerà anche di inquinamento luminoso, eccesso di luce  e risparmio energetico.

Nel corso della trasmissione, che inizialmente tratterà del fiume di miliardi spesi a Roma negli ultimi anni per opere pubbliche inutili o incompiute, verrà presentato un report sullo stato attuale dell'illuminazione esterna delle città italiane, tra le più rischiarate dell'UE, tanto che consumiamo circa il doppio della media europea (104 Kwh/anno procapite contro 51 Kwh) per il solo comparto pubblico, in pratica circa 1,3 miliardi di €.

Il servizio, realizzato dalla giornalista Lisa Iotti, non si limiterà però solo alla problematica dell'inquinamento luminoso come forma di sperpero e disturbo alle osservazioni del cielo per  astronomi e astrofili ma anche alle ripercussioni sulla salute umana e sulla sicurezza stradale.

Molti impianti di illuminazione infatti sono pericolosamente abbaglianti come tabelloni pubblicitari con luminanze oltre 1000 cd/mq e fari che inviano luce direttamente negli occhi degli automobilisti. Inoltre negli ultimi anni si è anche scoperto che la sovraesposizione alla luce artificiale può, nei casi più gravi, portare all'insorgenza di forme tumorali.

E' prevista la partecipazione dei rappresentanti di varie Associazioni di tutela del cielo notturno e studiosi di questo fenomeno. Per l'Unione Astrofili Italiani il Presidente Mario Di Sora illustrerà la situazione di alcuni impianti romani, misurati con gli strumenti dell'Osservatorio di Campo Catino che, da oltre 20 anni, si è distinto, in campo nazionale, per gli oltre 2.500 controlli effettuati nel Lazio per il rispetto della L.R 23/2000.

A tal riguardo il solo comune di Roma, che ha sistematicamente omesso, dal 2000 ad oggi,  di utilizzare i dispositivi di risparmio energetico ha dilapidato oltre 120 milioni di € che potevano essere risparmiati a vantaggio dei contribuenti romani.

Un'occasione, quella offerta lunedi 9 gennaio alle ore 21.15 da PRESA DIRETTA,  per avere un quadro ad ampio raggio di un problema spesso sottovalutato e che invece merita di essere preso in seria considerazione per le sue molteplici implicazioni economiche, culturali, scientifiche,  sanitarie e di sicurezza stradale.

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

MONTATA LA NUOVA CUPOLA DEL CAMPO CATINO AUTOMATED TELESCOPE

Come avevamo già comunicato in una precedente news finalmente, dopo qualche anno di attesa, imposto da problematiche  di vario genere non dipendenti dalla nostra volontà, è stata montata la nuova cupola del Campo Catino Automated Telescope (CAT).

Realizzata dalla COSMET.COOP in metallo doppio strato a coibentazione interna, su progetto fornito dall'OACC, è stata installata con circa 7 ore di lavoro in collaborazione con la EDILVEROLI che già aveva ristrutturato, in precedenza, un altro locale messo a disposizione dalla Provincia di Frosinone con la grande sensibilità che ha dimostrato, fin dal 1983, nei riguardi del progetto Osservatorio di Campo Catino.

La cupola, del tipo ad apertura totale senza rotazione, è ispirata, per quanto concerne la forma ma non il movimento, a quella del telescopio doppio Magellan sito al “Las Campanas Observatory” in Cile.

Ospiterà prossimamente un Celestron 14, posto su montatura Paramount GT-1100S e dotato di CCD raffreddata, in grado di svolgere il suo lavoro anche in totale controllo remoto via rete.

Le foto sono state realizzate da Ugo TAGLIAFERRI e Giovanni ISOPI e  hanno già riscosso grande attenzione sui profili facebook degli autori.

Il time-laspe, con la fasi principali del montaggio seguite dal Direttore Mario DI SORA, è di Giovanni ISOPI che lo ha preparato alla fine delle operazioni che si sono svolte, fortunatamente, con il favore del  Sole.

Il CAT verrà utilizzato per survey di vario genere e, in occasioni particolari, per il collegamento con scuole,  sedi di conferenze o emittenti televisive.

Auspichiamo che il 2017, in cui ricorrono i 30 anni di attività dell'OACC, possa essere un anno di rilancio di tutte le attività della Specola grazie anche alla normalizzazione dei rapporti con la Regione Lazio che ha riconosciuto l'importanza di questa Istituzione tornando ad erogare fondi in suo favore.

Mai come in questo caso, dopo tanti sacrifici ed una lunga traversata nel deserto, possiamo dire orgogliosamente PER ASPERA AD ASTRA!

…e auguri a tutti di Buon Anno!

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

NEL 2017 PER FESTEGGIARE 30 ANNI DI ATTIVITA' DELL'OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI CAMPO CATINO

Cari amici,

gli auguri per le  Feste natalizie preludono ad un nuovo anno importante, significativo e  ricco di importanti eventi che celebreranno i 30 dell'Osservatorio Astronomico.

Infatti il 27 marzo del 1987, con la consegna ufficiale  dell'edificio da parte della Provincia di Frosinone, che non finirò mai di ringraziare, iniziava l'avventura della Specola di Campo Catino, una struttura scientifica che ha potuto vantare, in questo lungo periodo, molti primati.

Il primo Osservatorio pubblico realizzato da una Provincia, quello con il telescopio più grande, un 80 cm, il più alto d'Italia e il più riparato dall'inquinamento luminoso. Senza entrare in dettagli che già sono noti mi limito a dare un'idea di quanto fatto con pochi ma significativi numeri: 140.000 visitatori, 400 eventi culturali che hanno coinvolto 80.000 persone, oltre 132.700 contatti sul sito web con 280.000 pagine visitate, più di 40 scoperte ed una leadership mondiale nello studio dell'inquinamento luminoso.

Se si considera poi che, agli inizi degli anni '80, la tradizione di cultura astronomica in Ciociaria era pari a zero è facile comprendere come l'Osservatorio di Campo Catino abbia dato tanto al nostro comprensorio territoriale, in termini di prestigio culturale scientifico, portandolo ai vertici di settore nel giro di pochi anni.

Di questo si deve dare atto oltre che allo staff di ricercatori e volontari, che anima le attività della Specola, anche alla Provincia di Frosinone e alla Regione Lazio che, negli ultimi anni, dopo la dolorosa pagina della Giunta Polverini, che ci negò ogni forma di sostegno economico, ha ripreso a prevedere degli stanziamenti annuali, grazie all'intervento dell'Assessore Regionale Mauro Buschini che parimenti voglio ringraziare.

Non parlerò di quanto abbiamo realizzato nel 2016, poiché le varie e qualificate attività sono state riportate sul sito web, ma di ciò che ci aspetta per il nuovo anno.

Due gli appuntamenti principali che ho il piacere di mettere in evidenza. In primis la cerimonia che darà inizio ai vari eventi del 2017 con la presentazione del documentario scientifico “CONTATTO COSMICO”, le cui riprese sono state effettuate durante le spedizioni scientifiche in USA presso i grandi centri di ricerca e siti storici come LBT, Lowell, Monte Hopkins in Arizona, Lick e Griffith in California, NRAO in New Mexico e il Mc Donald in Texas. Certamente non meno importante, a  maggio, il 50° Congresso Nazionale dell'Unione Astrofili Italiani che farà di Frosinone la capitale dell'astronomia italiana per 3 giorni.

Da ultimo, e come già scritto sul sito, nel corso dell'anno verrà riattivato il CAT (Campo Catino Automated Telescope) uno strumento a con controllo remoto utilizzato sia con finalità di survey che per collegamenti di tipo divulgativo e didattico.

Di queste e di tante altre iniziative  ci sarà tempo di parlarne al momento opportuno, grazie e Auguri di un Buon Natale e Felice 2017 da parte di tutto lo Staff.

Mario Di Sora
Direttore AOCC

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 
Banner
Banner