Benvenuti nel sito ufficiale dell'Osservatorio Astronomico di CampoCatino
Nelle sezioni del nostro sito troverete gli eventi organizzati, le scoperte di asteroidipianeti extrasolari compiute dal nostro Staff, le spedizioni scientifiche verso gli osservatori astronomici più famosi del mondo, le foto degli oggetti celesti realizzate nel corso degli anni, la nostra battaglia contro l'inquinamento luminoso. Buon viaggio!!!

Belle sono le cose che vediamo, ancor più belle quelle che comprendiamo, ma di gran lunga le più belle sono quelle che non comprendiamo. [Nicola Stenone, 1638-1686]

Seguici su Google+ Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici tramite Feed RSS


I.E.S.N. Rete Sismica Sperimentale Italiana

Serata astronomica a Canterno (FR) del 19 luglio

 

Serata astronomica con osservazioni del cielo a Canterno (FR) il 19 luglio



L’Osservatorio Astronomico di Campo Catino informa che domenica 19 luglio, nell’ambito del progetto della Regione Lazio “L’estate delle meraviglie”, organizzato con il Parco Regionale dei Monti Ausoni, che gestisce anche la riserva di Canterno, si terrà l’evento “CONOSCIAMO IL CIELO STELLATO E LE COSTELLAZIONI ESTIVE”.

La manifestazione, a numero chiuso con prenotazione per massimo 40 persone, si terrà nell’area pic-nic del Lago di Canterno dalle 21.30 alle 23.30 (vicino il Ristorante Il Pescatore).

Dopo un’iniziale spiegazione sulle principali costellazioni estive e circumpolari lo staff dell’OACC proietterà le immagini di oggetti celesti, riprese con i telescopi, su uno schermo.

Tecnica questa imposta dalle restrizioni sul Covid 19 (per cui sarà necessario uso della mascherina) per evitare assembramenti ma che consentirà a tutti di vedere Giove, Saturno e alcuni ammassi stellari aperti e globulari.

Per le prenotazioni rivolgersi ESCLUSIVAMENTE via mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o telefonando allo 0775/833737 (entro sabato 18 luglio alle ore 13).

Seguici su Facebook, Twitter e Instagram o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

L'OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI CAMPO CATINO PARTECIPA AL CORDOGLIO PER LA SCOMPARSA DI ENNIO MORRICONE

L'Osservatorio di Campo Catino, che ha intitolato al Maestro Ennio Morricone l'asteroide 152188, ripropone un breve video commemorativo che venne realizzato, in occasione e a sostegno, della candidatura e della consegna del suo secondo oscar nel 2016.

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciòche riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

LA COMETA C/2020 F3 (NEOWISE)

Dopo anni di attesa, ecco finalmente una nuova cometa visibile ad occhio dalle nostre parti con tanto di coda.

La mattina, poco prima dell'alba, intorno alle ore 4, se si puntano gli occhi, o meglio un binocolo, in direzione Nord Est, sarà possibile osservare la C/2020 F3 NEOWISE fino al 10 Luglio, dopo inizierà piano piano ad essere visibile la sera al tramonto del sole in direzione Nord-ovest e diventerà circumpolare.

 

Fotografata da G. Falzone, Sony A7iii con 85 mm f5,6 ISO 500 tempo di posa 1,5 secondi

Fotografata da G. Isopi, 
canon 1100D, Tamron 70-300 f/4-5.6,
13s di posa ISO 200 a 150mm per il paesaggio,
stack di 4m di posa per la cometa a 300mm

Fotografata da G. Isopi, canon 1100D, Tamron 70-300 f/4-5.6 a 300mm inseguita con EQ6,
stack di 4m totali con pose da 30s iso 200

Stessa immagine di prima, ma elaborata con gradiente rotazionale
per mettere in evidenza i getti di gas uscenti dalla cometa

 

Fotografata da G. Isopi, ASI 178 MM, Celestron C8 su EQ6.
Stack di 4000 (10m totali di posa) elaborati con gradiente rotazionale
per mostrare in dettaglio la chioma della cometa e i getti uscenti dal nucleo

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciòche riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

DA PATRIZIA CARAVEO UN NUOVO LIBRO SULL'INQUINAMENTO LUMINOSO

Sarà in vendita dal 9 luglio "IL CIELO E' DI TUTTI" l'ultimo libro di Patrizia Caraveo, astrofisica di fama internazionale, Dirigente di ricerca INAF e Premio Lacchini UAI 2018.

Pubblicato dall'editore DEDALO, per la serie le Grandi voci, il libro affronta e illustra, in modo piano e comprensibile in 96 pagine,  il fenomeno dell'inquinamento luminoso.

Nella premessa la Caraveo mette in evidenza come, a fronte dell'immane quantitativo di dati e foto astronomici riversati in rete da sonde spaziali, satelliti, telescopi a terra professionali e di astrofili, quindi disponibili per tutti, in realtà non sia poi così diffusa la conoscenza diretta del cielo stellato.

Un fattore ostativo che impedisce, ormai da 30 anni, l'osservazione del cielo dalle nostre città, ma non solo da queste, è l'inquinamento luminoso o, in inglese, light-pollution.

Se ne accorsero per primi gli astronomi americani, all'inizio degli anni '70, quando si resero conto che gli osservatori "continentali", come Kitt Peak in Arizona e Monte Palomar in California, erano a serio rischio per colpa dell'illuminazione cittadina, realizzata in modo poco razionale, tanto da inviare verso il cielo quasi il 30% della luce prodotta da lampioni, fari, insegne ed altri tipi di impianti.

Come risultato si aveva un aumento della luminosità di fondo cielo, rispetto i valori rilevabili in zone  non antropizzate. In pratica essendo il cielo meno scuro la luce delle stelle più deboli tende a sparire, tanto che da molte metropoli la visione del firmamento si limita agli oggetti più luminosi come Luna, pianeti e stelle di prima magnitudine.

Per porre rimedio a questo problema, prima negli States e negli ultimi 20 anni anche in  Europa, sono state approvate delle specifiche normative, in Italia abbiamo alcune ottime leggi regionali, che impongono limiti nella quantità di luce che può essere emessa verso l'emisfero.

Analoghi provvedimenti  sono stati adottati in Cile a tutela dei numerosi Osservatori sorti negli ultimi decenni, basti pensare al VLT per non parlare dei futuri GMT americano e EELT dell'ESO.

Come se non bastasse, in un contesto in cui, diciamolo onestamente, nessuno, tranne rare eccezioni, controlla seriamente il rispetto  di queste normative, arriva ora la fin troppo sgargiante "orda" di satelliti artificiali Starlink, messa in orbita da Elon Musk, per portare internet anche al centro matematico dei due poli o in mezzo al deserto del Gobi ovvero anche in pieno oceano.

Questa volta, però, non solo creando danni  alle ricerche degli astrofili ma anche dei più grandi osservatori professionali. Il tutto in violazione sostanziale del diritto all'uso responsabile dello spazio per cui, purtroppo, ad oggi non esiste una vera e propria regolamentazione internazionale.

Per non parlare poi delle problematiche relative alla creazione di ulteriore spazzatura spaziale, nota come space debris, che pone interrogativi sulla sicurezza dei vari satelliti in orbita e di smaltimento programmato degli stessi.

Plaudo quindi a questo libro di Patrizia Caraveo, quanto mai importante,  anche per il fatto che il tema venga trattato da un astronoma professionista sensibile, diversamente da tanti altri suoi colleghi, alla tutela del cielo notturno che l'autrice definisce, appunto, di tutti.

Patrizia Caraveo riceve il Premio Lacchini 2018 dal Presidente UAI Mario Di Sora

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciòche riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

IL SOLE RIPRESO IN H – ALFA PRELUDE ALLA RIAPERTURA DELL’OSSERVATORIO

Cari amici,

pubblichiamo queste belle foto della cromosfera solare (con alcune protuberanze), in banda H-alfa, realizzate da Giovanni Isopi con il telescopio solare LUNT LS 50 T in dotazione all’Osservatorio di Campo Catino e del passaggio della ISS realizzata oggi alle ore 14:36 da Gian Luca Falzone, che arrivano in prossimità sia dell’eclissi parziale di Sole che del solstizio d’estate.

Dell’eclissi verrà realizzata una doppia ripresa in luce visibile e in H- alfa che verrà postata sul sito web dell’OACC.

Abbiamo anche il piacere di annunciare che, dal primo luglio, la Specola sarà riaperta al pubblico anche se con modalità tali da consentire la massima sicurezza per il personale e gli ospiti.

I gruppi verranno ammessi e organizzati, per non più di 15 persone, per l’uso dei telescopi in esterno; successivamente piccoli sottogruppi verranno portati, se possibile, in cupola.

Le prenotazioni si possono fare a mezzo mail ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o telefono (0775/833737).

LA DIREZIONE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciòche riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 
Banner
Banner