Benvenuti nel sito ufficiale dell'Osservatorio Astronomico di CampoCatino
Nelle sezioni del nostro sito troverete gli eventi organizzati, le scoperte di asteroidipianeti extrasolari compiute dal nostro Staff, le spedizioni scientifiche verso gli osservatori astronomici più famosi del mondo, le foto degli oggetti celesti realizzate nel corso degli anni, la nostra battaglia contro l'inquinamento luminoso. Buon viaggio!!!

Belle sono le cose che vediamo, ancor più belle quelle che comprendiamo, ma di gran lunga le più belle sono quelle che non comprendiamo. [Nicola Stenone, 1638-1686]

Seguici su Google+ Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici tramite Feed RSS


I.E.S.N. Rete Sismica Sperimentale Italiana

L'OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI CAMPO CATINO RIPRENDE, IN ALTA RISOLUZIONE, MARTE ALLA SUA MINIMA DISTANZA

Il 6 ottobre Marte ha raggiunto la minima distanza dalla Terra, circa 62 milioni di kilometri, mentre il 13 ottobre è giunto all'opposizione. Due giorni prima dell'opposizione, l'11 ottobre, Giovanni Isopi e Aldo Zapparata hanno utilizzato il C14 del CAT per riprendere alcune immagini del pianeta rosso sfruttando le migliori condizioni di visibilità fino al 2022.

Nelle riprese risultano ben osservabili diversi dettagli della superficie marziana: in basso è visibile la calotta polare sud, ormai quasi totalmente sublimata con l'avanzare dell'estate, in alto a destra spicca Olympus Mons, il vulcano più alto del Sistema Solare (27 km), mentre a sinistra si osserva la regione di Elysium Mons. Nei pressi del polo nord e sulla destra sono invece presenti delle tenui nubi simili ai cirri terrestri.

 

 

Dati tecnici

Strumentazione: Celestron C14 su  EQ8 (CAT), ASI 178 MM + filtri Baader RGB + ruota portafiltri tecnosky
Ripresa: Sharpcap, 3 video da 4m in RGB
Software: Astrosurface NOVA, Winjupos, Photoshop

LA DIREZIONE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciòche riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

L'OSSERVATORIO DI CAMPO CATINO ESPRIME IL SUO CORDOGLIO PER LA SCOMPARSA DELL'AMICO ENZO SORRENTINO

Ieri pomeriggio alle 15.30 si è spento, nella sua casa di Fiuggi, Enzo Sorrentino dopo una lunga malattia che non gli ha lasciato scampo e che, negli ultimi mesi, lo aveva portato lontano dal suo EDEN, storico ristorante albergo di Campo Catino.

Enzo, che è stato uno dei fondatori della stazione sciistica di Campo Catino, insieme al più anziano Virgilio Tarittera dell'Hernicus, si è sempre adoperato per lo sviluppo di questo comprensorio sportivo e naturalistico.

Con l'EDEN, come del resto anche con gli altri operatori del posto, l'Osservatorio ha sempre collaborato per un gioco di squadra che facesse di Campo Catino non solo un luogo per sciare ma anche per la fruizione dell'ambiente e per lo studio del cielo notturno.

Momento importante di questa visione del turismo montano si è avuto a fine anni '80 quando la Provincia di Frosinone finanziò, con una somma congrua, le settimane bianche “di sport e studio” che hanno portato migliaia di studenti non solo a praticare gli sport invernali ma anche ad approfondire tematiche scientifiche con una rituale visita all'Osservatorio di Campo Catino.

Negli ultimi anni la collaborazione si era estesa anche all'UAI che ha organizzato, nei mesi estivi, uno Star Party nazionale e la Scuola di astronomia per docenti, grazie alla ricettività dell'EDEN che era, ed è, l'unico albergo in zona.

Nel ricordare questo caro amico che ci ha lasciati ci impegneremo a portare avanti, con più determinazione, alcuni dei progetti di cui più volte si è discusso.

Alla famiglia di Enzo quindi le più sentite condoglianze mie e di tutto lo staff dell'Osservatorio Astronomico di Campo Catino.

 

Mario Di Sora
Direttore OACC

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciòche riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

IL TEAM DELL'OACC CONTRIBUISCE ATTIVAMENTE A SCOPRIRE UNA NUOVA CATEGORIA DI ESOPIANETI, GLI "ULTRE HOT-NEPTUNE", CON LTT 9779B DISTANTE 260 ANNI-LUCE

Ltt 9779b, è il nuovo mondo che, per caratteristiche possedute, non rientra in nessuna delle categorie precedenti, tant'è che gli astronomi hanno dovuto crearne una nuova, quella degli Ultra Hot-Neptune. A descrivere la scoperta è un articolo appena pubblicato su Nature Astronomy, frutto del lavoro di un team di astronomi, guidati dall'Università del Cile, che include i ricercatori di Campo Catino Franco Mallia, Giovanni Isopi e Andrea Ercolino.

Un'ulteriore importante scoperta, effettuata dall'OACC, che si deve non solo alla professionalità del suo Team ma anche alla strumentazione sofisticata, finanziata dalla Regione Lazio con i fondi per la ricerca, e alla disponibilità della Provincia di Frosinone, che ha messo a disposizione l'edificio sede dell'Osservatorio, ristrutturandolo, e che sostiene da sempre quello che è ormai riconosciuto come uno dei centri di ricerca, di settore, più importanti in campo internazionale.

Le prime indicazioni dell'esistenza di Ltt 9779b si devono al Transiting Exoplanet Survey Satellite (Tess), il telescopio spaziale  Nasa, che ne ha rilevato il transito quando il pianeta è passato davanti alla sua stella madre, bloccando parte della luce. La stella osservata, di tipo solare, è  Ltt 9779  di tipo solare, distante 260 anni luce dalla Terra. Il segnale di transito del pianeta è stato rilasciato come un Tess Alert nell'ottobre del 2018. Poco meno di un mese dopo, grazie alle osservazioni effettuate con lo strumento Harps (High Accuracy Radial-velocity Planet Searcher) montato sul telescopio da 3.6 m dell'Osservatorio Eso La Silla, nel nord del Cile, arriva la conferma: il segnale è di un corpo di massa planetaria.

Le prime indicazioni dell'esistenza di Ltt 9779b si devono al Transiting Exoplanet Survey Satellite (Tess), il telescopio spaziale  Nasa, che ne ha rilevato il transito quando il pianeta è passato davanti alla sua stella madre, bloccando parte della luce. La stella osservata, di tipo solare, è  Ltt 9779 di tipo solare, distante 260 anni luce dalla Terra. Il segnale di transito del pianeta è stato rilasciato come un Tess Alert nell'ottobre del 2018. Poco meno di un mese dopo, grazie alle osservazioni effettuate con lo strumento Harps (High Accuracy Radial-velocity Planet Searcher) montato sul telescopio da 3.6 m dell'Osservatorio Eso La Silla, nel nord del Cile, arriva la conferma: il segnale è di un corpo di massa planetaria.

È qui che è entrato in gioco il Team dell’Osservatorio Astronomico di Campo Catino, il cui contributo è stato quello di fornire un’osservazione preliminare per “pulire” il campo stellare da binarie a eclissi in grado di generare un falso positivo. L’assenza di falsi positivi ha permesso osservazioni più accurate, e poi lasciare campo libero al follow-up spettroscopico con lo strumento Harps all’Osservatorio de La Silla in Cile.

Si tratta, come anticipato, di un Ultra Hot-Neptune, il primo della sua specie. L'aggettivo ‘nettuniano' viene dato a quei pianeti la cui massa è simile o maggiore a quella di Urano e Nettuno. Ltt 9779b ha una massa che è quasi il doppio di Nettuno – 1.7 volte maggiore, per essere precisi – e un raggio leggermente più grande – di 1.2 volte – che fa sì che il pianeta abbia una densità quasi uguale al gigante gassoso. L'aggettivo ‘hot' si riferisce invece alle temperature estremamente elevate dei pianeti, dovute al fatto che orbitano molto vicino alla loro stella ospite.

Ltt 9779b rispetto ad altri pianeti come gli Hot Neptune ha però un quid in più: è ‘ultra hot', il che significa che è un inferno di pianeta: la sua temperatura è di oltre 1700 gradi Celsius e orbita molto più vicino alla sua stella di qualsiasi altro nettuniano. Talmente vicino –  0.016 unità astronomiche dalla sua stella – che compie un giro completo in 0.79 giorni. In pratica, se ci trovassimo sul pianeta, festeggeremmo capodanno ogni 19 ore. Un periodo di rivoluzione che ne fa inoltre un Ultra Short Period planets, cioè un pianeta con un periodo orbitale 'ultra' corto.

Ad oggi, i pianeti scoperti con simili periodi orbitali o erano gioviani caldi, con dimensioni superiori a 10 raggi terrestri, o pianeti apparentemente rocciosi con raggi inferiori a 2 raggi terrestri. Proprio la mancanza di pianeti nettuniani così vicino alla loro stella madre ha spinto gli astronomi a definire queste regioni prossime alle stelle deserto nettuniano. Il motivo della loro assenza è stato interpretato come l'incapacità dei pianeti di massa ridotta di trattenere qualsiasi atmosfera di fronte a una così forte irradiazione stellare. Ltt 9779b non solo si trova in questo deserto ma, secondo i calcoli, il 9 per cento della sua massa totale è costituita da atmosfera.

Ltt 9779b è davvero un oggetto raro e c'è da chiedersi come mai possieda ancora un'atmosfera nonostante orbiti così vicino alla sua stella. Secondo i ricercatori, Ltt 9779b potrebbe essere arrivato nella sua orbita attuale di recente, e quindi non ha avuto il tempo di essere privato dell'atmosfera per fotoevaporazione. In alternativa, potrebbe essere un gigante gassoso privato della sua atmosfera da un trasferimento di massa dal pianeta alla stella attraverso un processo chiamato Roche Lobe Overflow. Studi futuri della sua atmosfera potrebbero svelare come si formano, come si evolvono e ciò di cui sono fatti tali pianeti.

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciòche riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

SERATA ASTRONOMICA CON OSSERVAZIONI DEL CIELO AL POZZO D'ANTULLO DI COLLEPARDO IL 24 AGOSTO

L'Osservatorio Astronomico di Campo Catino informa che lunedi 24 agosto, nell'ambito del progetto della Regione Lazio "L'estate delle meraviglie", organizzato con Laziocrea, che gestisce anche le Grotte di Pastena e Collepardo, si terrà l'evento "OSSERVAZIONE ASTRONOMICA".

La manifestazione si terrà al Pozzo d'Antullo nel comune di Collepardo dalle 21.30 in poi.

Dopo un'iniziale spiegazione sulle principali costellazioni estive e circumpolari lo staff dell'OACC proietterà le immagini di oggetti celesti, riprese con i telescopi, su uno schermo.

Tecnica questa imposta dalle restrizioni sul Covid 19 (per cui sarà necessario uso della mascherina) per evitare assembramenti ma che consentirà a tutti di vedere Giove, Saturno, la Luna e alcuni ammassi stellari aperti e globulari.

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciòche riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

OSSERVAZIONE DELLE STELLE CADENTI IL 12 AGOSTO

La notte osservativa a Campo Catino per la visione del cielo e delle stelle cadenti è prevista per mercoledi 12 agosto.

Scelta questa imposta dal fatto che, quest'anno, il massimo del fenomeno è previsto proprio nella notte tra il 12 ed il 13.

L'evento, realizzato in collaborazione con Regione Lazio, Provincia di Frosinone, Consorzio di Campo Catino e Guarcino, Comune e Pro-Loco di Guarcino si prefigge di proporre una serata diversa in cui avvicinarsi al Firmamento sempre più difficile da ammirare in città per l'inquinamento luminoso.

Per l'occasione, dopo il consueto appuntamento gastronomico, alle 22 verranno spenti i lampioni per effettuare le osservazioni con i telescopi messi a disposizione dallo staff della Specola.

Dopo Giove e Saturno verranno puntati ammassi globulari come M 13 ed M 3, nebulose planetarie come M 57 ed M 27, l'ammasso doppio in Perseo, la Galassia di Andromeda e la ormai debole cometa Neowise (foto di L. Fortuna).

Con indicatori laser verrà spiegato dove sono situati questi oggetti all'interno delle varie costellazioni ed il fenomeno delle Lacrime di S. Lorenzo che si origina, appunto, in quella di Perseo.

Per il rispetto delle misure di COVID 19 è necessario l'uso della mascherina benchè l'evento sia all'aperto.

Per chi fosse interessato anche all'aspetto gastronomico si comunica che i ristoratori provvederanno a presentare dei menù a prezzo fisso vantaggioso che potranno essere consumati, previa prenotazione entro le 12 dell'11Agosto, esclusivamente ai seguenti numeri: Ristorante Albergo EDEN 349/8054524 – 349/0602055; Ristorante Luciana 0775/435944; Bar Ristoro Virgilio 377/2016433.

Per maggiori informazioni consultare il sito web: www.campocatinobservatory.org,  chiamare al n. 0775/833737 o scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Scarica la locandina.

 

LA DIREZIONE

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciòche riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 
Banner
Banner