Benvenuti nel sito ufficiale dell'Osservatorio Astronomico di CampoCatino
Nelle sezioni del nostro sito troverete gli eventi organizzati, le scoperte di asteroidipianeti extrasolari compiute dal nostro Staff, le spedizioni scientifiche verso gli osservatori astronomici più famosi del mondo, le foto degli oggetti celesti realizzate nel corso degli anni, la nostra battaglia contro l'inquinamento luminoso. Buon viaggio!!!

Belle sono le cose che vediamo, ancor più belle quelle che comprendiamo, ma di gran lunga le più belle sono quelle che non comprendiamo. [Nicola Stenone, 1638-1686]

Seguici su Google+ Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici tramite Feed RSS


I.E.S.N. Rete Sismica Sperimentale Italiana

INIZIA PRESSO IL PLESSO CAVONI DELL'ISTITUTO COMPRENSIVO IV° IL PROGETTO "UNO SGUARDO VERSO IL CIELO" IN COLLABORAZIONE CON L'OSSERVATORIO DI CAMPO CATINO E L'UAI

Con una prima lezione sul Sistema Solare, tenuta lunedi 23 aprile da Mario Di Sora e Giovanni Isopi presso la primaria del Plesso Cavoni, è stato inaugurato il progetto "Tutti con il naso all'insù - Uno sguardo verso il cielo", ideato dalle maestre dell'Istituto e patrocinato dall'Osservatorio Astronomico di Campo Catino e dall'UAI.

Il programma prevede altri due incontri nei giorni 24 e 26 aprile per parlare di stelle, Luna e macchie solari con Franco Mallia e Ugo Tagliaferri.

Dopo le conferenze tutti gli studenti, a piccoli gruppi, hanno la possibilità di vedere le macchie solari attraverso un telescopio con filtro in mylar.

 

A completamento di questo importante progetto, dal 29 al 31 maggio, si terranno tre serate per l'osservazione della Luna, di Venere e Giove, aperte anche ai genitori dei bambini della primaria, con i telescopi messi a disposizione dall'Osservatorio di Campo Catino.

 

 

 

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

IL PRESIDENTE UAI MARIO DI SORA A SKY TG 24 PER PARLARE DELLA TIANGONG 1

Il Presidente UAI Mario Di Sora è stato ospite ieri, per una lunga intervista rilasciata nel programma di approfondimento Dentro i fatti, negli studi di Sky Tg 24.

L'intervento ha riguardato l'imminente caduta della Tiangong, 1 sfuggita al controllo dei tecnici cinesi ormai da due anni, e ormai attesa in rientro nell'atmosfera probabilmente nel corso del giorno di Pasqua.

Oltre a spiegare come si verificherà il fenomeno della caduta della stazione spaziale e la bassa probabilità che possa arrecare danni a cose e persone Mario Di Sora ha anche parlato, più generalmente, del problema dei detriti spaziali e della necessità del loro monitoraggio da parte di Istituti di ricerca ed Agenzie spaziali.

Peraltro l'Osservatorio di Campo Catino è stato tra i pochi in grado di rilevare uno dei passaggi della Tiangong 1, unitamente a quello della Montagna Pistoiese, evidenziando il ruolo degli astrofili anche in questo settore.

Nel corso del programma è andato in onda anche un contributo dell'astronauta Paolo Nespoli che ha chiarito la sostanziale improbabilità che i residui del satellite possano arrivare fino al suolo con potenzialità di danneggiamento.

A conclusione dell'intervista si è anche parlato, con riferimento alle esplorazioni spaziali del futuro, dei progetti che riguardano la conquista di Marte con lo sbarco di un equipaggio umano sul pianeta rosso entro il 2030.

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

SCIA LUMINOSA DELLA TIANGONG 1 RIPRESA DALL'OSSERVATORIO DI CAMPO CATINO

Il 9 marzo alle ore 19.16.59, utilizzando il telescopio principale dell'Osservatorio Astronomico di Campo Catino da 80cm di diametro, Ugo Tagliaferri e Giovanni Isopi hanno ripreso la stazione spaziale cinese TIANGONG 1. La foto è stata effettuata con un tempo di posa di 0.1 secondi.

Nei giorni di Pasqua si attende il rientro in atmosfera della stazione con la massima attenzione delle autorità perché c'è la probabilità di caduta a terra di qualche frammento.

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

DISPONIBILI IN RETE I DATI METEO RACCOLTI DALLA STAZIONE DELL'OSSERVATORIO DI CAMPO CATINO

Da domenica 11 marzo sono disponibili, sul sito web dell'Osservatorio, tutti i dati meteo raccolti dalla Stazione Davis Vantage Pro2.

Il traguardo della messa on line dei dati è importantissimo in quanto la stazione si trova a quota 850 hpa, l'altezza da dove si sviluppano il 90% delle previsioni meteo. Inoltre sarà possibile avere sotto controllo la colonna d'aria a partire dalla stazione di Guarcino fino ad arrivare a quota 1806 di Campocatino conca.

Quindi diventerà agevole, rapportando le termiche e i Dew Point alle varie quote, calcolare con precisione quale sarà la quota neve nella nostra zona in caso di precipitazioni. Fino ad oggi i dati raccolti erano disponibili sul sito in sola forma di archivio ma non in tempo reale. Si ringrazia per il supporto tecnico fornito, per il raggiungimento di tale obiettivo strategico, Maurizio Cruciani, Alfredo Collalti e tutto lo staff del gruppo Meteo in particolare Maurizio Morini e Renzo Rosato.

 

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 

L'OSSERVATORIO DI CAMPO CATINO PARTECIPA AL TEAM INTERNAZIONALE DI RICERCA, PROMOSSO DALL'UNIVERSITÀ LA SAPIENZA, SULL'IMMINENTE DISTRUZIONE

L'Osservatorio Astronomico di Campo Catino e il gruppo S5 Lab dell'Università La Sapienza di Roma di nuovo insieme per effettuare misure di luminosità del satellite cinese Tiangong-1 ormai fuori controllo da più di un anno. L'attività è importante per riuscire a individuare l'orientamento del satellite prima dell'impatto nell'atmosfera ormai imminente. E' dato per certo che ci potrà essere, come  conseguenza, una eventuale pioggia di detriti di parti non completamente bruciate al rientro in atmosfera nella zona compresa tra il 43° parallelo nord e il 43° parallelo sud.

Articolo uscito su www.agi.it

Seguici su Facebook, Twitter e Google+ o iscriviti alla mailing list: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per rimanere aggiornato su tutto ciò che riguarda l'Osservatorio Astronomico di CampoCatino.

 
Banner
Banner